VALSUSA, RECORD DI PRESENZE IN VIALATTEA: “22MILA SCIATORI AL GIORNO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA VIA LATTEA

SESTRIERE – Le giornate straordinarie delle feste natalizie con sole e temperature decisamente primaverili, unite al manto di neve che imbianca le piste del comprensorio della Via Lattea, stanno attirando molti turisti provenienti da tutta Europa. Si profila infatti una stagione da record per numero di presenze (oltre 22.000 sciatori al giorno per un totale stimato di 250.000 passaggi circa sugli impianti), come testimoniano le lunghe code alle casse per l’acquisto dei giornalieri.

Nella giornata di sabato la vendita è continuata fino a tarda sera, stessa situazione anche oggi con centinaia di appassionati che, a fine giornata, hanno preso di assalto i punti vendita per poter essere subito ai tornelli domani mattina. Per evitare disagi consigliamo comunque le casse automatiche e l’acquisto online, soluzioni che stanno prendendo sempre più piede e che consentono di azzerare i tempi per l’ottenimento del pass giornaliero o plurigiornaliero.

Il lavoro svolto a inizio dicembre, e ancora prima a novembre, ci sta premiando. Sono molto soddisfatto, il mio obiettivo principale è offrire piste adeguate ai nostri clienti” ha dichiarato l’Ingegner Giovanni Brasso, Presidente della Sestrieres S.p.A.

Sulle piste della Via Lattea si scia ovunque e con un’ottima qualità della neve, per la maggior parte prodotta grazie al nostro impianto di innevamento. Il quadro climatico per l’inizio dell’anno 2019 non dovrebbe cambiare: sole e temperature decisamente gradevoli fino alla Befana.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. forse gli sciatori stanno tutto il giorno in coda alle casse, perchè francamente ho notato molta meno gente rispetto agli passati: oggi sciato tutto il giorno nell’area di claviere trovando praticametne nessuno agli impianti! Le code alle casse? normale, se hanno ulteriormente tagliato sul personale… Quanto poi al poter sciare dappertutto, ci va una bella faccia tosta a dire una cosa del genere: metà delle piste sono chiuse, Che fanno, “tengono la neve” per la befana o risparmiano sulla loro preparazione? Peraltro a proposito di risparmio, tra quelle aperte stamattina ne abbiamo trovato di evidentemente non fresate. E’ vero che fintanto che ci lamentiamo di queste cose, possiamo considerarci delle persone molto ma molto fortunate, però paghiamo anche un servizio e oltre a constatare questa gestione ogni anno sempre più alla risparmia, anche la beffa di sentirsi beare di quanto sono bravi e di queste presunte presenze da record. Ma com’è che se sono anni che si beano di presenze record, vendite stagionali record, gli investimenti invece sono nulli? Anzi, gli unici investimenti a carico della società sono relativi a togliere, vedi il tappeto di sansicario, per non parlare dello scandalo della seggiovia di col saurel, anche quest’anno tristemente ferma, in attesa che rimuovano anche quella.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.