TURISTI RIMANGONO BLOCCATI NELL’ASCENSORE DEL FORTE DI EXILLES: SALVATI DOPO DUE ORE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

EXILLES – I vigili del fuoco di Susa e il nucleo Saf di Torino sono intervenenuti al Forte di Exilles oggi, domenica 16 settembre, per recuperare cinque persone rimaste bloccate dentro l’ascensore nella roccia. L’allarme è stato lanciato intorno alle 19, i vigili del fuoco hanno fatto uscire i turisti dall’ascensore dall’alto, dopo averli imbragati e “tirati su” con delle funi. L’intervento si è concluso dopo circa due ore e mezza, alle 21.30.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

6 COMMENTI

      • Sì, ma che l’ascensore venga riportato manualmente al piano e in tempo ragionevole, non dopo ore (pensa se ti scappa) e imbragato tirato su per aria come un merluzzo (i turisti sono mica sono tutti dei Rambo).
        Quindi proprio perchè un ascensore può anche guastarsi, andrebbe preventivato un sistema decoroso di intervento. Se no è proprio figura di M

  1. … come può succedere che non sia mantenuto in corretta efficienza e manutenzione.
    Specialmente quando collocato in un posto inutile, poco frequentato e gestito con risicate risorse.
    Vorrei essere smentito ma a pensar male viene sempre in mente giulio andreotti.

  2. E’ l’idea stessa di avere un ascensore all’interno di questa tipologia di costruzioni che è sbagliata.

    Se si vanno a visitare fortezze ed edifici storici è normale dover affrontare un po’ di fatica per salire scale o superare dislivelli, fa parte del bello delle visite stesse che permette di immedesimarsi, almeno parzialmente, nei disagi e nelle condizioni di vita vissute dagli occupanti di quelle strutture.

    Speriamo che qualche pazzo, a differenza di quello che si è inventato l’ascensore al forte di Exilles, non si sogni di installare una teleferica al forte di Fenestrelle.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.