VALSUSA, RISCOPERTO UN TESORO D’ARTE A CHIOMONTE: I GRAFFITI DI CASA RONSIL

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CATERINA AGUS

CHIOMONTE – Dopo una stagione estiva di lavori, sono in fase di ultimazione i restauri dei graffiti della cosiddetta Casa Ronsil di Chiomonte, adiacente all’azienda vinicola omonima, lungo la centrale via Vittorio Emanuele II. Si tratta della facciata di un’antica abitazione, di origine medievale, che presenta un corpus di decorazioni a graffito ispirate al passaggio a Chiomonte del re di Francia Luigi XIII e del cardinale Richelieu nel 1629, durante i fatti d’arme che portarono alla presa del Passo di Susa da parte dei Francesi e alla sconfitta dei Savoia. I restauri, promossi dalla Rivista occitana “La Rafanhauda” e condotti con finanziamenti comunali, sotto il controllo della Soprintendenza per i Beni Artistici e Architettonici del Piemonte, stanno portando alla luce nuove prospettive di indagine su un edificio che è un unicum in Piemonte, collegato ad alcune tra le più influenti famiglie ugonotte ai tempi delle guerre di religione e modificato nelle sue linee originarie col passare del tempo, parallelamente col cambio di destinazione d’uso nei secoli: luogo di ospitalità, tempio calvinista, palazzo comunale e abitazione estiva. Le indagini, sia sul campo sia condotte con accurate analisi di laboratorio, permettono di ritenere che la facciata presenti almeno tre strati di decorazioni successive, la più antica delle quali risalirebbe al basso Medioevo. Per ultimare in modo compiuto l’operazione di restauro e risanamento conservativo è necessario un ulteriore modesto impegno economico che molti chiomontini si augurano che venga al più presto assunto, se si considera che non vi sono esempi di arte di questo tipo in tutta la Regione: in tal modo Chiomonte e la Valsusa sarebbero pienamente integrati nel circuito di valorizzazione turistica del territorio, con una perla in più da mostrare ai turisti e ai viaggiatori di passaggio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Chissà se agli imprenditori chiomontini fa gola questo edificio 🙂 nuova causa usucapione per parte dei fondi per la ristrutturazione el ricavato dei biglietti delle visite!?
    Ah no la cultura a loro non serve.
    Accipicchia a Chiomonte fan proprio niente per aiutar i tapini!!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.