VALSUSA, RITROVATA L’AUTO RUBATA DOPO L’APPELLO SU VALSUSAOGGI: “GRAZIE A TUTTI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

AVIGLIANA / CASELETTE – Una buona notizia “natalizia”. E’ stata ritrovata a Caselette l’auto rubata a inizio novembre al giovane Alessandro Liam. Il lettore aveva segnalato il fatto a ValsusaOggi, con una lettera pubblicata il 7 dicembre sul nostro giornale. “Ho ritrovato l’auto a Caselette grazie al supporto delle persone della Valsusa e dintorni. La polizia ha poi constatato il ritrovamento ufficialmente. Grazie a tutti per il supporto, in particolare al giornale ValsusaOggi per la visibilità data alla mia segnalazione. Mai scoraggiarsi e mai arrendersi. Rimane il fatto che purtroppo Avigliana è sempre meno tranquilla come zona”.
Lunedì 6 dicembre Alessandro aveva lasciato la sua automobile, una Punto Abarth Evo bianca e rossa, al parcheggio del Penny Market a ridosso della strada Giovanni Falcone. L’aveva parcheggiata a due passi dalla rotonda principale della strada statale del Moncenisio. Al ritorno (ore 18.30) aveva scoperto il furto nonostante fosse in piena vista, in una zona trafficata e a due passi dal centro cittadino. Alessandro ha fatto immediatamente denuncia del furto e poi mandato una lettera/appello a ValsusaOggi per chiedere supporto ai cittadini. E dopo alcune settimane, la buona notizia è arrivata: l’auto è stata ritrovata: davvero un bel regalo sotto l’albero.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

8 COMMENTI

  1. Chi l’aveva presa si sarà vergognato…e mettere un assicurazione con il gps, oggi te li regalano, ah già non ci pensavo poi quando vai a fare le sgumme ti beccano subito.

    • Ci mostri la tua assicurazione con il GPS? “Si sa che la gente dà buoni consigli sentendosi come Gesù nel tempio, si sa che la gente dà buoni consigli se non può dare il cattivo esempio” (cit.)

Rispondi a BoccaDiRosa Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.