CHIOMONTE, SALVINI NEL CANTIERE TAV: “L’OPERA VA FATTA, TOGLIERÀ 1 MILIONE DI TIR DALLE STRADE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FABIO TANZILLI

CHIOMONTE – Venerdì 1° febbraio il viceministro Matteo Salvini è arrivato in Valsusa, al cantiere Tav di Chiomonte. “La Torino-Lione va fatta, può togliere un milione di tir dalle autostrade, si può risparmiare un miliardo rivedendo il progetto e tagliando alcune opere come la mega stazione di Susa, ma va fatta. Ci siederemo attorno ad un tavolo con i 5 Stelle. Chi tira pietre e sta a volto scoperto, non è un No Tav, ma un cretino”, sono alcune sue dichiarazioni. Salvini è entrato nel tunnel a salutare gli operai e le forze dell’ordine. Poi ha ribadito che “sarebbe demenziale sospendere i lavori, bisogna ringraziare gli operai del cantiere e le forze dell’ordine. I soldi dei cittadini italiani vanno spesi per andare avanti e non per tornare indietro”.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

36 COMMENTI

  1. Ma questo Salvini che qui pontifica è lo stesso Salvini condannato per oltraggio a pubblico ufficiale?
    E il suo compagno di partito e predecessore Maroni è il medesimo che in via Bellerio aveva fronteggiato le Forze dell’Ordine e ne era uscito in barella?

    • E la Lega condannata x aver rubato 49 milioni allo stato è maggioranza. L uomo di salvini in Campania è rampollo del clan dei genovese, lo sanno tutti report ci ha fatto una trasmissione ma va bene cosi

  2. ………….brutte facce di broccolino, è cominciato nù repulistu finu , Matteo Salvinu vi face tremmari……………..

  3. ……..mi confondo ( sarà anche l’età ) ma è molto simile a chi promise 1 milione di posti di lavoro….la differenza è nel colore della casacca, uno blu e questo verde…..

  4. Intanto basta un po’ di neve che i treni anche solo a fondovalle sono già in tilt
    e le persone arrivano a destinazione in ritardo (se arrivano).

  5. Avrebbe fatto meglio a stare al calduccio a casa sua.
    non toglierà nessun tir come non li ha tolti dalla Torino-Milano-Napoli.
    a oggi non esiste un treno merci alta velocità.
    la stessa struttura non lo sopporterebbe.
    andrebbe bene solo a spostare mozzarelle di bufala da Napoli a Torino e Milano, se non costasse così CARO.
    sono tutte balle, si dà lavoro alla mafia e agli intriganti.

    • Ripetere all’infinito questa sciocchezza sotto ogni notizia, non la farà diventare vera. Le merci non sono mai andate ad alta velocità da nessuna parte. Quella delle mozzarelle a 300 all’ora sia un’invenzione di Grillo e non un dato di progetto. La Torino-Milano-Napoli nasce per il trasporto passeggeri AV e non per le merci, per forza non ha spostato merci dalle vecchie linee. La NLTL sarà invece una linea mista AV/AC, cosa che avresti potuto verificare tu stesso dalla relazione generale di progetto:

      La NLTL sarà una linea a traffico misto viaggiatori e merci percorsa dalle seguenti categorie di treni:
      • Treni viaggiatori alta velocità (V): velocità massima di esercizio 220 km/h sulla tratta Saint-Jean-de-Maurienne – Torino.
      • Treni viaggiatori regionali veloci (VR): velocità massima di esercizio 220 km/h sulla NLTL.
      • Treni viaggiatori della montagna (V TM) che potranno percorrere la NLTL solo in alcuni giorni della settimana e periodi dell’anno per collegare i grandi centri urbani (Parigi, Roma, Venezia e località intermedie con le località sciistiche con fermata a Susa Internazionale e Saint-Jean-de-Maurienne).
      • Treni Viaggiatori Notturni (VN) con velocità massima di esercizio di 160 km/h che percorreranno la Linea Storica
      • Treni Regionali e suburbani (VR): velocità massima di esercizio 160 km/h
      • Treni di Autostrada Ferroviaria a grande sagoma (AF): velocità massima di esercizio 120 km/he massa rimorchiata di 1.600 t.
      • Treni di Autostrada Ferroviaria Modalohr (AFM): velocità massima di esercizio 120km/h e massa rimorchiata di 1.600 t.
      • Treni merci convenzionali (M), velocità massima di esercizio 100 o 120 Km/h

  6. Un milione di tir,
    un milione di posti di lavoro
    un milione di madamine
    dieci milioni di lettori del Corriere dei Piccoli

    “Qui comincia la sciagura
    del Signor Bonaventura…”

    Il personaggio è un uomo alto sempre vestito con una giacca e un cappello rossi, larghi pantaloni bianchi e accompagnato da un cane bassotto; vive complicate avventure che lo portano invariabilmente a ricevere una ricompensa di un milione di lire.

    Il fumetto che ne raccontava le avventure divenne ben presto un tormentone noto a intere generazioni di bambini. Talvolta Tofano usò delle variazioni, come:

    “Qui comincia l’avventura…, Ricomincia la sventura…, Il signor Bonaventura, ricco ormai da far paura…… ”

    Le storie seguivano uno schema altamente regolare: la sventura del protagonista si trasformava in un beneficio altrui e culminava inevitabilmente nella fortunata vincita di “un milione” (di lire: cifra astronomica per l’epoca, divenuto “un miliardo” negli anni cinquanta). La ricompensa era quasi sempre raffigurata in forma di un enorme biglietto di banca manoscritto.

    probabilmente il Grande Partito degli Affari ha scelto questo buco per “diventare ricco da far paura” mentre i ben più gravi buchi nei bilanci delle loro società di costruzioni stanno mandando in fallimento i suoi più agguerriti prenditori di benefici.

  7. cvd…

    codazzo di seguaci…fatto!
    sparare numeri a caso….fatto!

    è più facile che il milione di tir dalle strade venga tolto dal governo di salvini mandandoci tutti a ramengo; considerando che al frejus passano meno di 800000 veicoli pesanti/anno e considerando che non possono mettere i carri armati a bruere per farli salire tutti su un treno, probabilmente sono gli effetti del brindisi con l’avanà freddo…

    • Nei valichi tra Ventimiglia e il Monte Bianco passano più di 3 milioni di TIR all’anno. Ma capisco che il NoTav medio non veda al di là della Valsusa.

      • intanto carisdimo parta con la richiesta al governo di buttare giu xasa sua e portare via i suoi campi se li ha poi ne riparliamo.

        • Questa storia della “case da buttare giù” è una bella favoletta utile alla propaganda, ma che crolla miseramente quando si cominciano ad elencare le case che effettivamente sono da buttare giù. Vogliamo fare quadro esercizio ? Me le elenca gentilmente ? (Possibilmente in lingua italiana)

        • Questa storia della “case da buttare giù” è una bella favoletta utile alla propaganda, ma che crolla miseramente quando si cominciano ad elencare le case che effettivamente sono da buttare giù. Vogliamo fare questo esercizio ? Me le elenca gentilmente ? (Possibilmente in lingua italiana)

  8. Visto che la tav (dicono) dovrà togliere di mezzo il traffico pesante tra Italia a Francia, benissimo facciamola pure, ma automaticamente chiudiamo al traffico pesante tutti i valichi. Fréjus Monginevro e Moncenisio….vorrei proprio vedere …..

    • Discorso privo di senso. Credi che le statali si facciano per chiudere le strade comunali? oppure che le autostrade si facciano per chiudere le statali? oppure che gli aeroporti si facciano per chiudere le autostrade e le ferrovie? Il concetto che dovreste imparare prima di parlare è quello di “riequilibrio modale”. A causa dell’obsolescenza e antieconomicità della Torino-Modane storica, il traffico tra Italia e Francia è l’unico in Europa ad avvenire per il 92% su TIR. Più di 3 milioni di TIR attraversano ogni anno le Alpi da Ventimiglia al Monte Bianco. Lo scopo della NLTL è di “riequilibrare” la situazione portandolo a un 50% e non, ovviamente, a zero. Non mi sembra così difficile da capire.

  9. Io penso che si deve fare ma la vedo dura I 5S hanno già ceduto sulla tap in Puglia e un referendum non mi sembra che risigato ad raggiungere l’obiettivo, sarà Un referendum nord contro sud (nord Salvini Sud DiMmaio)

    • Complimenti per l’educazione, la civiltà e la democrazia.
      Perfettamente in linea con la cultura NO TAV, se poi aggiungiamo la disperazione che aumenta nello scoprire che c’è molta più gente che la pensa in modo opposto, non si può pretendere di meglio.

  10. Chiamparino=pisellino, banche, fondazioni, intrallazzoni non che pessimo ed assolutamente ingiusto presidente della regione Piemonte e dei piemontesi si tav ed in passato sindaco assolutamente deficitario del comune piu indebitato d’ Italia,grazie a lui e a tutti quelli come lui,Salvini =Poldo 49 milioni di panini , é quello che abbiamo visto ma che dire di strudel,canederli, risotti, ravioli, geenefle,arrosti,minestre asciutte,pesci al sale e quel che piu’ ci deve spaventare visto che l’argomento é la tav,piovre,calamari giganti,ca..i amari arrivanti…………..aiuto , aiuto si “Salvini “chi puo’………..abbasso le mafie!!!!!!!!!!!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.