VALSUSA, SAN DIDERO SOTTO ASSEDIO: “LACRIMOGENI NEI CORTILI, CRITICHE ALLE FORZE DELL’ORDINE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICATO DEL COMUNE DI SAN DIDERO

SAN DIDERO – È vergognoso quello che è successo nel centro abitato di San Didero martedì 13 aprile. Lacrimogeni sparati nei cortili delle case, campi di grano calpestati, candelotti di lacrimogeni sparsi nei prati, di cui taluni inesplosi, un pericolo per le persone e i bambini che vogliono muoversi nel verde e non ultimo per gli animali al pascolo. Un paese sotto assedio.

L’Amministrazione Comunale di San Didero, si stringe ai suoi cittadini, esprimendo rammarico e rabbia allo stesso tempo per l’uso improprio di forze dell’ordine che, per difendere un cantiere dulla SS 25 distante 1,5 chilometri dal centro abitato, si sono spinti all’interno del paese, spargendo il panico fra i residenti. In questo modo si calpestano i diritti, sia dei cittadini sia degli amministratori che rappresentano la comunità.

Non ci è dato sapere che cosa accadrà con questa militarizzazione chiamata a difendere un cantiere che costerà oltre 50 milioni di euro; certo è, che, in un momento di crisi emergenziale dovuta alla pandemia, dove non arrivano i vaccini per il Covid-19, dove il lockdown ha fatto sì che chiudessero imprese e attività commerciali, nella piana di San Didero – Bruzolo vengano inviate delle truppe di occupazione.

Come si puì parlare di tutela ambientale, transizione ecologica, come si può pensare che quest’opera possa contribuire a migliorare la vita dei cittadini?

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

38 COMMENTI

  1. DA LIBERO QUOTIDIANO.IT: Roberto Speranza , nella chat le pressioni dei suoi uomini x ritoccare il report OMS .All’ ex ministro della sanita’ Ranieri Guerra e’ gia’ arrivato un avviso di garanzia per false informazioni ai PM.Per i magistrati il report del gruppo di lavoro OMS con base a Venezia, guidato da Francesco Zambon ” che definiva l’, azione anti Covod19 del governo Conte caotica e creativa VENNE FATTO SPARIRE IN 24 ORE grazie alle pressioni dello stesso Guerra ai Vertici dell’, organizzazione mondiale della sanita’! TAV, OSPEDALE DI SUSA ,COVID 19, DAL MOLIN, VAJONT, TARANTO E I BIMBI e chi più ‘ ne ha ne metta! QUESTI SE NE FREGANO di tutti civili o divise.Morto uno ne arriva un’ altro….X loro non cambia nulla!

  2. L amministrazione comunale invece di esprimere il rammarico deve tirare fuori gli attributi e farsi rispettare anzi deve chiedere il rispetto che spetta ai propri concittadini
    Sveglia!!!!!

  3. Ma le forze dell’ordine si sono messe a sparare lacrimogeni così per sport,tanto per fare qualcosa?Di questa storia manca un bel pezzo…

    • Effettivamente manca un bel pezzo…… Non erano solo lacrimogeni….. Anche idranti sulle persone….. Sono andati a sparare ad oltre 1,5 km dalla zona di cantiere da presidiare……. Perché?

    • Ma dove vivi Merovingio …guarda col covid19 cosa ne sta uscendo. E quando scoprirai che anche per qsto fatto la politica ti prende per il nasino che farai?

      • Brava Elisabetta, tanto gli occhi ce li hanno solo per guardare la luna. Quando poi la situazione precipitera’, allora vorremmo tornare indietro e riflettere meglio. Le più belle sono in fondo al sacco, così dice un proverbio

  4. Caro MEROVINGIO attivista sitav
    ecco per conoscenza uno stralcio della lettera che Alberto Perino ha inviato al giornalista de La Stampa in risposta all’articolo pubblicato sul medesimo giornale, su come vengono presentati i fatti la dice lunga!!
    Alberto Perino risponde al vergonoso articolo de “La Stampa” e a tutti gli altri giornali
    Caro Lodovico Poletto e altri signori della carta stampata, se vi documentaste meglio (e ne avete tutte le possibilità visti i mezzi che avete a disposizione) scoprireste che:
    La SS 25 è stata bloccata da un’ordinanza dell’ANAS per il giorno 13/4 e poi per i giorni a venire a tempo indeterminato da Borgone di Susa a Costigliole d’Asti… (???)
    I No TAV non hanno bloccato la ferrovia, si sono limitati ad avvicinarsi ai binari per attraversarli e raggiungere i prati circostanti mentre sono state le Forze del Disordine a posizionarsi sui binari in assetto da guerra e a bloccare il traffico anche a causa del fumo delle centinaia di lacrimogeni sparati anche ad altezza d’uomo. Per eventuali lamentele o rimostranze rivolgersi alla questura, non ai NO TAV.

    Evidentemente, poi, i NO TAV tra le loro file annoverano anche del lanciatori del peso olimpici, visti che essendo stati tenuti a distanza dai lacrimogeni e dai cannoni ad acqua sono riusciti a scagliare un masso a decine di metri di distanza con una forza tale da rompere le costole al vice questore… (non è che ha patito il rinculo di un fucile lancia lacrimogeni?).
    In merito ai numeri della partecipazione va ricordato ai signori della carta stampata che 15 anni di repressione da parte della magistratura torinese che riesce a condannare a 2 anni di carcere una persona per aver espresso le proprie opinioni con un megafono, le migliaia di NO TAV indagati e sotto processo, le centinaia di persone colpite da restrizioni e fogli di via (anche solo per aver documentato fotograficamente quanto accadeva a Chiomonte) hanno sicuramente lasciato il segno. Ricordo che la repressione politica non c’è solo in Egitto o in Turchia ma anche a casa nostra.

    Per quanto riguarda la mia persona, purtroppo non sono riuscito ad essere presente a San Didero causa gravi problemi di salute che mi impediscono di muovermi. Ai resistenti, ogni giorno, vanno i miei incitamenti, il mio grazie, e il mio plauso.

    Capisco che siete tutti arruolati nell’esercito SITAV ma visto che i vostri editori percepiscono tutti il contributo finanziato anche dalle nostre tasse dovreste fare un’informazione un po’ più aderente ai fatti e
    meno “di fantasia”.
    Con saluti.

    Alberto Perino

    • In pratica Perino racconta la sua storia nonostante non fosse presente e chiude con la solita istigazione a delinquere.Complimenti al signor Perino ed a quelli che lo seguono acriticamente.

  5. tutta gente che non ha un caxxo da fare e vive con il reddito di cittadinanza data dai ms5 a coloro che non hanno voglia di lavorare

    • Quelli che conosco io sono pensionati FS, pensionati ENEL, insegnanti e ex-insegnanti. Ci fosse uno che non abbia mangiato grazie al pubblico. E ora combattono lo stato che gli ha dato da mangiare per decenni.

  6. Questa opera pubblica come ormai siamo abituati a vedere dal dopoguerra ad oggi, servirà ai cittadini. La differenza sostanziale è che questi cittadini sono i soliti che vivono nel sottobosco del malaffare, delle tangenti, finanziamenti illegali. Auguri all’Italia onesta.

  7. QUELLO CHE MI INFASTIDISCE DI PIÙ A PARTE LA QUESTIONE MAL GESTITA e’ che le forze dell’ ordine e tutti gli statali dovevan farsi ASTRA ZENECA ‘ vai di trombo lo chiamo io’ , perche’ sono sacrificabili, ora sta uscendo tutta la verita’ sulla Cina , l’ OMS e credo non solo loro, grazie alla virologa cinese che ha le prove e e’ scappata negli USA , cosi’ riporta Il Messaggero.it .E a tutti noi e ai morti per virus e per Astra Zeneca gli fanno marameo prima e ora di nuovo.Sapevano come tutti sapevamo che era stato fabbricato eppure hanno tenuto il silenzio e vaccinato la gente per il business.Tutti forze dell’ ordine compresi e corpi vari sono parte della gente ma nessuno ai vertici se n’ e’ posto il problema….Vero e’ che se come risulta dalle news a nessuno di loro e’ interessato avvisarci prima per evitare i morti che ci sono stati nel mondo.Questi militari e il popolo in generale l’ uno contro l’ altro e loro che si fanno beffe di tutti , che tristezza e che squallore.

    • ma Elisabetta ci sei o ci fai? lo sai che scrivi veramente male !!!! Non si capisce nulla VAI A SCUOLA…
      PERINO vai a lavorare ..
      tutti gli altri stiano zitti
      Valle di Susa NO TUTTO

    • Il solito commento off topic di Elisabetta.Guardi signora che non c’è bisogno di commentare tutti gli articoli in modo randomico.

  8. La val di Susa è sempre stata sfruttata in tutte le sue disponibilità. Intanto le Olimpiadi, che han solo portato un tubo di niente, anzi da allora in poi c’è stato un declino sempre via via più accentuato. Se poi volete un esempio di inciviltà, guardate sulla statale da oulx a Cesana, dopo la pizzeria Moretta, salendo verso Cesana, vedrete alla vostra sinistra, sacchi di cemento e di tutto e di più esattamente dal 2006. Possibile che nessuno abbia mai pensato a dare una bella pulita o far pulire dalla ditta che ha lasciato questo schifo perché penso non sia poi difficile risalire a chi ha lasciato questo immondezzaio, o no? Comuni olimpici bisogna darvi riconoscimenti per incuria…
    Fa veramente tristezza…..

  9. spesso noto i celerini che pranzano o cenano in un ristorante della zona.
    E penso al grano pubblico che va via.
    E poi mi dico: ” ma te lo vedi un celerino che si magna un panino con una cola, seduto su una panchina al parco, con cinturone e sfollagente appesi ad un ramo per stare piu’ leggero durante il desinare.
    Comunque la gente ha diritto di protestare.

    • Protestare è un conto, delinquere un altro, c’è una bella differenza ed i sindaci no tav che sono intervenuti qualche giorno orsono hanno dato appoggio a dei delinquenti.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.