VALSUSA, SCALZO SARÀ ESTRADATO IN FRANCIA: LA RABBIA DEI NO TAV

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BUSSOLENO – Questa mattina i giudici della Corte d’Appello di Torino, in anticipo rispetto ai 60 giorni annunciati lunedì, hanno concesso alla Francia l’estradizione di Emilio Scalzo. Il processo quindi si dovrà svolgere in territorio francese, ma i giudici hanno specificato che – nel caso in cui Scalzo venisse condannato – dovrebbe scontare la pena in Italia.

“Riteniamo questa decisione scorretta, anche i legali di Emilio si ritengono insoddisfatti, tant’è che ricorreranno in Cassazione con l’obiettivo di far revocare questo provvedimento” spiegano i No Tav. “Ci piacerebbe dire che questa notizia arriva come un fulmine a ciel sereno, ma purtroppo conosciamo fin troppo bene il modus operandi del Tribunale di Torino nei confronti di chi ogni giorno spende la sua vita a fianco di chi vive ai margini di questa società e di chi si spende nelle lotte territoriali per la salvaguardia e cura dell’ambiente. Ci sembra veramente assurdo che Francia e Italia c”ntinuino a giocare a scacchi con le vite delle persone, semplicemente per mantenere “buoni rapporti” tra i due stati”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

24 COMMENTI

  1. Chi sbaglia paga si dice, maperche’ Battisti non l’ hanno estradato subito? Se non ricordo male ha fatto qualcosa di peggio ! Non giudico la sentenza ne giustifico il signore ,ma ci sono 2 pesi e 2 misure.

    • Ti rispondo seriamente, anche se con te che hai un solo neurone è tempo perso. Battisti, cittadino italiano, era accusato di atti terroristici in Italia, ma era considerato dai francesi, a torto o ragione, un perseguitato politico e quindi in quanto tale in diritto di asilo. Scalzo è un italiano a cui vengono contestati reati di delinquenza comune in Francia. Nulla di politico. Sarà il processo ovviamente a dire se è colpevole o meno, ma l’estradizione non è mai stata in dubbio.

  2. Leggendo l’ articolo voglio dire una cosa ai No Tav, c e’ modo e modo per esprimere le proprie opinioni. Aggredire Tizio Caio o Semprogno non e’ la soluzione giusta. Scritto cio’ ricordo che in molte occasioni la Francia a fatto marameo ai nostri non rispettando le regole EU , quindi non elogerei mai chi non rispetta le regole .Ricordo sempre il video dove uno dei nostri ha ricordato i trattati Eu al gendarme in materia di immigrati minorenni,o quando sono venuti in casa nostra a fare cio’ che volevano! Ricordo il giudice a Forum che disse ‘ le piacerebbe che una persona venisse a casa sua a fare cio’ che gli comoda e tenesse i piedi sopra la sua tavola ?’ .Ecco bisogna che il Governo Italiano insegni loro le parole magiche Buongiorno, Permesso e Grazie! E se vogliono fare i comodi loro ,cosa che han sempre fatto, allora ognuno stia a casa sua, vale per loro e per gli altri.

  3. Tav e migranti a parte , qui vengono tutti a fare i comodi propri e gli italiani li elogiano pure , anche quelli che vivono in valle….E allora il BON TON l’ ho imparato solo io?

  4. “Estradizione precoce”.
    Commento virgolettato senza nessuna allusione a noti disturbi di rilevanza medica ma ferma rimostranza per l’assenza di un INDISPENSABILE accertamento medico in Italia del danno fisico subito dal poliziotto francese, della sua effettiva consistenza e di una sua dimostrata riconducibilità ai capi d’accusa imputati al Signor Scalzo.

  5. Tutte le famiglie violente sono simili tra loro, ogni famiglia non violenta è non violenta a modo suo.
    Saluti a merovigio ed alla sua prosa violenta e rancorosa.
    Non fiancheggiatrice, proprio sua.

    • Le sue punzecchiature verbali ,che mi lasciano del tutto indifferente,non cambiano i fatti:lei difende dei violenti e recidivi.Se ne fosse capace dovrebbe provare vergogna.

    • Perseguitiamo tutti, i mafiosi lasciamoli stare, tanto li non bisogna toccare nessuno
      Altrimenti….
      Chissà….
      Eppure da quei lontani anni bui dei soggetti mandati al confine(perche poi proprio in questa valle?) si sono moltiplicati
      Eppure, tutto a posto
      Chissa forse che si sono convertiti all umana decenza?
      Il tempo è il miglior giudice
      Ma mai però andare a svegliare il can che dorme…. A buon intenditor….

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.