SESTRIERE, SCIALPINISTI BLOCCATI SUL MONTE FRAITEVE: RECUPERATI DALL’ELICOTTERO DEI VIGILI DEL FUOCO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

SESTRIERE – Domenica 24 gennaio l’elicottero Drago 66 è intervenuto in alta Valsusa per recuperare due scialpinisti che hanno avuto un incidente mentre scendevano dal monte Fraiteve, a quota 2.600 metri. Sono finiti su un salto di roccia e sono rimasti bloccati nel manto di neve instabile. I due hanno dato l’allarme: l’elicottero dei Vigili del Fuoco li ha recuperati e trasportati a Sestriere, dove sono stati soccorsi dall’ambulanza del 118.

IL COMUNICATO DEI VIGILI DEL FUOCO

I vigili del fuoco del comando di Torino sono intervenuti oggi pomeriggio sulle montagne sopra Sestriere per soccorrere due escursionisti in difficoltà. Le squadre “91 Susa”, quella dei volontari di Oulx, il nucleo Saf (speleo alpino fluviale) ed elicottero Drago 66 si sono indirizzate verso le pendici del monte Fraiteve, dove i due scialpinisti avevano richiesto aiuto. Dal cielo il mezzo aereo ha individuato le persone in pericolo a quota 2.600 metri e le ha trasportare in luogo sicuro più a valle.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

15 COMMENTI

  1. Sarà forse la nuova moda? Se non siete capaci ad andare in montagna, state a casa, l elicottero potrebbe servire x cose più serie, incidenti stradali, infarti, ecc. Meno male che l autocertificazione per voi non serve,almeno visto che le vallate qui in alta valle di Susa sono un formicaio di persone, portate almeno a casa la spazzatura, cartacce varie e siate un po’ più rispettosi verso le persone e la natura

    • 1) Su quale base hai deciso che non sappiano andare in montagna? 2) Su quale base hai deciso che un incidente stradale (il cui 90% è causato da imperizia degli autisti) sarebbe una “cosa più seria” ? 3) Su quale base hai deciso che siano irrispettosi della natura ? Possibile che la gente debba sempre giudicare a casaccio altra gente che non conosce e situazioni che non conosce sulla base di articoli che non danno alcun dettaglio facendo assunzioni a cazzo di cane?

  2. Ma è possibile che quasi tutti i giorni capitino questi incidenti? Questi sono la versione montana dei runner primaverili che facevano jogging per poter uscire.

  3. Più che scialpinismo sembra un tentativo, non riuscito, di praticare sci ripido. Il clamore sicuramente contribuirà a far varare nuove restrizioni. Complimenti ai fenomeni. Adottare un basso profilo non é possibile?

  4. È diventata proprio una moda farsi ricuperare con l elicottero, una volta è sullo Chaberton, una volta sul Fraiteve, ma fate jogging dietro casa, la montagna bisogna conoscerla e non andare a casaccio. La prossima volta dove li ricupereremo?

  5. Canale nord est dello Chaberton per cortesia rispetto, molto rispetto, era gente che sapeva il fatto suo. Ciò non basta purtroppo alcune volte quando il rischio è alto. Persino in bicicletta puoi trovare ghiaietto e fare una brutta fine. Lo jogging poi crea cardiopatie gravi ed elevato rischio vascolare, anche cerebrale. La Tv rimminchionisce.. e via così.

Rispondi a Lilla Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.