AVIGLIANA, SCIOPERO ALLA TEKFOR: “SALARI RIDOTTI E RISCHIO TRASFERIMENTO IMPIANTI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI AVIGLIANA

AVIGLIANA –  Le tre amministrazioni comunali di Avigliana, Buttigliera Alta e Villar Perosa si mobilitano per i 660 dipendenti ex Tekfor, che domani hanno indetto uno sciopero di 8 ore. Gli stabilimenti produttivi ex Tekfor sono oggi di proprietà dell’azienda tedesca Primotecs (gruppo Mutares): a Villar Perosa producono parti grezze dei cuscinetti a sfera mentre ad Avigliana fabbricano bielle.

I tre sindaci hanno inviato una Pec al presidente della Regione Alberto Cirio e all’assessora al Lavoro Elena Chiorino: “Purtroppo – scrivono i sindaci Archinà, Cimarella e Ventre – siamo costretti a constatare come, dopo anni di concertazioni e sacrifici da parte dei lavoratori a cui come Enti pubblici abbiamo dato il nostro supporto nei limiti delle nostre competenze e possibilità, ancora una volta si stia vedendo sfumare un reale rilancio degli stabilimenti, a beneficio del settore produttivo dei nostri territori”.

Le tre amministrazioni comuali chiedono quindi un confronto, coordinato dalla Regione, insieme alle rappresentanze dei lavoratori e alla proprietà degli stabilimenti. Dopo oltre 100 giorni dal cambio di proprietà non è stato ancora presentato il piano industriale di rilancio. Si teme inoltre un trasferimento degli impianti, mentre, stando a quanto lamentano i sindacati, è già avvenuta una riduzione dei salari dei dipendenti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. L’itaglia aveva una possibilità industriale quando le maestranze venivano pagate con la liretta.
    Ora i ns grandi politici han voluto essere pagati in euro sonante, non con lira patacca, ma ciò comporta mettersi sul medesimo piano delle efficienti economie di altri paesi. E la sfida la vince il più forte, che non siamo noi.
    Il destino, purtroppo, è quindi segnato.

  2. Sono vari lustri che la Tekfor è in crisi,dopo Neumayer sono arrivati gli indiani che l’hanno spolpata per bene,quindi un fondo finanziario (KKK) ed infine questi ultimi che temo daranno il colpo di grazia…

Rispondi a Macron Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.