CHIOMONTE, SCONTRI AL CANTIERE TAV: LA QUESTURA DENUNCIA 40 PERSONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

CHIOMONTE – La Questura di Torino ha reso noto che denuncerà quaranta manifestanti No Tav che venerdì sera, nei pressi del cantiere di Chiomonte, hanno organizzato una iniziativa di protesta. Secondo la polizia, i manifestanti avrebbero cercato di superare alcune barriere, dando fuoco a materiale inifammabile e lanciando bombe carta, razzi e oggetti contundenti contro le forze dell’ordine. Carabinieri e Polizia hanno utilizzato gli idranti per disperdere gli attivisti.

Alla manifestazione hanno partecipato ottanta persone, secondo la questura “tutti appartenenti all’area antagonista e provenienti, oltre che da Torino, da diverse parti d’Italia“. Tra i quaranta identificati dalla Digos di Torino, la polizia segnala “in particolare il capo di Askatasuna, più volte denunciato per reati analoghi, nonchè colpito da avviso del Questore“.

Gli attivisti saranno denunciati alla magistratura con l’accusa di vari reati: accensione pericolosa, lancio di artifizi pirotecnici ed esplodenti, danneggiamento e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.