BUSSOLENO, SEQUESTRATI 4000 PRODOTTI DA UN EMPORIO CINESE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DALLA GUARDIA DI FINANZA

BUSSOLENO – La Guardia di Finanza di Torino ha intensificato, nelle giornate a ridosso della festività di ferragosto, il controllo del territorio in tutta la Val di Susa con particolare attenzione alle principali arterie stradali e ferroviarie.

A Bussoleno, Comune della bassa valle, i Finanzieri della Compagnia di Susa hanno sequestrato, in un emporio gestito da un imprenditore quarantenne di origini cinesi, oltre 4000 prodotti tra, articoli di cancelleria, accessori per l’abbigliamento, materiali di ferramenta e utensileria varia.

Nel corso dell’intervento, i Finanzieri segusini hanno accertato che i prodotti in vendita erano sprovvisti delle più basilari informazioni utili alla tutela del consumatore, quali la provenienza, le modalità di utilizzo, le indicazioni in lingua italiana del prodotto nonché l’eventuale presenza di materiali o sostanze pericolose. Il punto vendita controllato commercializza articoli di varia natura, tra cui prodotti per la cura della casa e della persona, accessori di bigiotteria e materiali di ferramenta.

Al termine dell’intervento, sono stati oltre 4000 gli articoli sequestrati, mentre l’imprenditore è stato sanzionato per le violazioni al “Codice del Consumo”.

L’operazione rientra nel quadro delle attività svolte dalla Guardia di Finanza a tutela dell’economia legale e sono finalizzate a preservare il mercato dalla diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza imposti dalla normativa nazionale ed Europea.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

5 COMMENTI

  1. Però vorrei fare una domanda che mi pare ovvia visto che non è la prima volta che accade: dopo un sequestro di questo genere, l’attività non dovrebbe venire sospesa in attesa di successive verifiche? Non mi pare che questo sia avvenuto in precedenti situazioni simili ad Avigliana e Rosta. Questi signori continuano a praticare la loro attività indisturbati…. O mi sbaglio?

  2. Nitro75, telefoni al 117 e lo segnali, se è a conoscenza di fatti da esporre… la finanza , mica conosce ogni negozio di tutta italia … si faccia coraggio come ha fatto qui ..!

    • No, ma forse non mi sono spiegato bene. Gli esercizi di cui parlo, sono già stati oggetto di verifiche da parte della GdF per violazioni del tutto simili a quelle esposte nell’articolo, eppure continuano ad operare indisturbati tranquillamente.

  3. Confermo le stesse medesime cose ..pagheranno e risulta tutto ok … perché parlano di sequestro, multe salate … ma non li ho mai visti mezza giornata chiudere …

  4. Quello che guadagnano tra nero e merce fasulla ripaga ampiamente le multe
    Bisogna farli chiudere per sempre sono solo truffatori che vendono merce contraffatta e pericolosa

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.