VALSUSA, SERATA SPECIALE ALLE TERME: SENZA GREEN PASS E MASCHERINE A MONÊTIER

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CHIARA SACERDOTE

MONÊTIER LES BAINS – Giovedì 31 marzo dalle 21 alle 23 alle terme Les Grand Bains di Monêtier, ci sarà un evento molto speciale per godervi le terme in un’atmosfera diversa e particolare: la serata “Chill & Relax”.

Verrete accompagnati, per questa apertura serale, da musica chillout e deephouse ed in più a partire dalle 19 potrete gustare i piatti del giorno al ristorante La Terrasse. La tariffa è di 21,50 euro per adulto, 11,50 euro per bambino (dai 7 ai 13 anni) e la prenotazione è obbligatoria.

Un’altra grande novità è che non c’è più l’obbligo né di GREEN PASS, né di MASCHERINA al chiuso. Vi serviranno soltanto il costume, le ciabatte ed un asciugamano per rilassarvi appieno all’interno della struttura termale!

Non vi resta che prenotare chiamando la struttura al numero + 334 92400000 oppure al sito www.lesgrandsbainsdumonetier.fr, qui troverete anche tutte altre offerte e le varie informazioni. Le terme Les Grands Bains di Monêtier in Route des Bains a Monêtier les Bains in Francia ti aspettano, il tutto a due passi dall’Italia e dalla Valsusa, poco distante da Briançon.

TERME GRANDS BAINS DU MONÊTIER
Route des Bains, Monêtier les Bains – Francia
Tel. +33 492400000
Facebook: Les Grands Bains du Monêtier
Web: www.lesgrandsbainsdumonetier.fr

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

    • Penso che nessuno sia amante del virus, anzi. Bisogna però essere realisti e accettare che in Italia quotidianamente muoiono dalle 160 alle 170 persone per il covid. L’umanità è molto egoista, pensa solo a divertirsi, quella che ha le possibilità economiche e di salute per farlo, ma bisognerebbe anche pensare ai pazienti oncologici, alle persone anziane, ai bambini con patologie gravi… non è il momento per fare raduni al chiuso senza mascherina e senza vaccinazioni, purtroppo le terapie intensive ogni giorno hanno le loro vittime a causa del covid 19, perchè si dà il caso che l’epidemia non sia finita. D’altra parte, pur amando molto la Francia e il suo meraviglioso territorio, la costa Atlantica in particolare, non mi pare siano esattamente un modello in quanto ad igiene e prevenzioni, leggetevi i giornali, in questi giorni hanno un epidemia di escherichia coli grave tra i bambini, di cui 2 deceduti, perché questo batterio fecale è stato ingerito mangiando delle pizze surgelate di una nota ditta: qualcuno è andato a fare la popò e non si è lavato le mani, continuando a maneggiare il cibo che sta rischiando di fare morire dei bambini??? Con tutto il bene che voglio ai francesi, non sono un popolo conosciuto per la pulizia e l’igiene, hanno regole molto più basse di quelle italiane, basta andare in certi ristorantini a Briancon e guardare le condizioni igieniche di bagni e cucine o il sapone delle mani diluito con l’acqua per capire che l’igiene non è il loro punto forte, e lo dice una che è andata anni in vacanza in Francia e che ama la lingua francese, ma bisogna anche riconoscere i fatti e capire che per il momento è meglio stare a casa e fare gite fuori porta nelle vicinanze, aiutando oltre tutto la nostra economia a ripartire.

Rispondi a Gwen Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.