VALSUSA, TRE MIGRANTI DISPERSI IN MONTAGNA: RECUPERATI DALL’ELICOTTERO DRAGO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BARDONECCHIA – I vigili del fuoco, il soccorso alpino e la guardia di Finanza sono intervenuti in alta Valsusa alla ricerca di tre migranti dispersi sulle montagne di Bardonecchia. Sul posto è intervenuto anche l’elicottero Drago, oltre alle squadra dei permanenti di Susa. Intorno alle 19.30 le tre persone sono state recuperate dall’elicottero mentre erano sulla cresta, in Valle Stretta, poco distante dal confine con la Francia.

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

30 COMMENTI

  1. Come sono arrivati fino a Bardonecchia? E perché, come al solito, vengono recuperati sempre poco prima di passare il confine?

    • 1′ Sono liberi di circolare come chiunque altro; 2′ se erano in valle stretta tecnicamente si trovavano in territorio francese

      • Esatto, ma vaglielo a spiegare a sti esperti commentatori compulsivi. Dubito Curiosità sappia nemmeno dove sia ubicata la valle stratta.

          • sbagliate tutti, non era in valle stretta bensì sopra il pian del colle verso il col des acles, ancora in territorio italiano; secondo c’è un accordo fra Italia e Francia per cui possiamo intervenire a prestare soccorso anche in quel tratto di territorio già francese ma orograficamente italiano…..

          • è l’articolo che parla di valle stretta, mica noi. Vaglielo a spiegare a sti analfabeti che si attaccano al correttore ortografico del telefono,
            ma ignorano le regole e gli accordi sui soccorsi.

  2. Clandestini….i migranti erano i nostri nonni quando sono andati all’estero a fare i lavori più umili con orari proibitivi pur di portare la pagnotta a casa.
    Questi non hanno documenti e oltretutto vengono qua solo con pretese e a fare i mantenuti.
    Finiamola di chiamarli “migranti”, finiamola di farli venire e mantenerli a spese nostre.

    • Chiamiamoli con il loro nome…esseri umani. E per fortuna esiste ancora il rispetto per la vita e pazienza se bisogna sopportare beceri commenti razzisti e ignoranti.

    • Piantatela di nominare il rispetto delle regole solo per ciò che è funzionale al vostro odio razziale. Mantengo da anni con le mie tasse milioni di nullafacenti che prendono il reddito di cittadinanza o false pensioni di invalidità, milioni di lavoratori che grazie alle detrazioni e alla “tassazione progressiva” pagano ZERO tasse, e milioni di artigiani, liberi professionisti ed imprenditori che evadono il fisco come non ci fosse un domani. E sono tutti italiani doc con documenti. I soldi delle mie tasse spesi per integrare qualche disperato sono sicuramente meglio spesi che per questa marea di italiani ipocriti e approfittatori.

    • non si tratta di fascio razzismo, si tratta di rispettare le regole come fanno tutti quando si valicano i confini.
      Ci vogliono documenti di identità e si si va nel paese dei clandestini bisogna o avere un permesso turistico o un permesso di lavoro, con tanto di scadenze ben definite.
      Semplice no.!!!

      • Migranti , o aspiranti parassiti ? Agli accoglioni l’ardua sentenza, tanto più ,che non se li portano a casa loro , ma pretendono di mantenerli con le nostre tasse.

        • È sempre divertente questa narrazione dell’”aiutali a casa tua”. Mi duole informarti che quelle che tu chiami “nostre tasse” sono anche le “mie” tasse e a me va benissimo che vengano usate anche per l’accoglienza e il soccorso alpino di chiunque ne abbia bisogno. A me personalmente va meno bene che finiscano a finanziare il reddito di cittadinanza, quota 100 o false pensioni di invalidità, ma non sono io a decidere come le tasse vengono spese, così come non lo decidi tu. Tra l’altro in quanto “leghista pentito” (pentito di cosa? Di sicuro non di essere un razzista), essendo la lega un partito che strizza l’occhio agli evasori, essendo i primi evasori di mestiere, è piu probabile che tra noi due chi paga le tasse sia io, mente tu ti limiti a parlarne.

        • Puoi dirlo forte, anche perché gli analfabeti come te difficilmente riescono a scrivere più di una riga senza assassinare la lingua italiana. È il marchio tipico del simpatizzante medio di partiti fascio-razzisti.

          • Raglio di noanalfabietolo non sale in cielo! Il compagno superiore raglia raglia a tutte l’ore aaaaaaaah !

          • Sbagliato bersaglio. Sono un essere umano che rispetta gli altri esseri umani. Non so chi siano questi “compagni” di cui parli. A me fortesega di ogni ideologia politica utile solo a fare il lavaggio del cervello al ritardato di turno. Rossi, Neri, Verdi o Gialli, stesso sterco.

      • Ma fatti furbo va che io è dai tempi dell’entrata in vigore degli accordi di Schengen che passo il confine con ogni mezzo, a piedi, in bici, in auto, in treno, senza mostrare alcun documento. Voi fascio-leghist-razzisti ce l’avete proprio nel cervello sto mito delle “regole”, ma solo se sono altri a doverle rispettare.

        • USA L’EDUCAZIONE…!!!!
          COMUNQUE LE REGOLE SONO SCRITTE PER ESSERE RISPETTATE.
          VISTO LE TUE FRASI/RISPOSTE HO GIà CAPITO CHE TIPO SEI.
          SALUTI

          • Uno che risponde urlando (lettere maiuscole) e con abbondanza di punteggiatura “…!!!” non è che può venire a dare lezioni di educazione al prossimo. Soprattutto se il prossimo ti sta solo facendo notare una cosa ovvia ed evidente dal contrario delle tue risposte, ovvero che sei razzista fino al midollo.

          • contrario=contenuto

            Tra l’altro, prima che inizi a farci la solita pantomima da “io non sono razzista ma…” medio, sappi che uno che ritiene che tutti i migranti, solo per il fatto di essere migranti (ovvero persone in carne ed ossa esattamente come te e me), siano gente che “non rispetta le regole e viene qua per farsi mantenere”, rispetta l’esatta definizione di ciò che sta dietro al più becero “razzismo” e “discriminazione” basati su quello che una persona è (provenienza, etnia, colore della pelle, ecc…) piuttosto che su quello che una singola persona (e non un gruppo) fa con il suo agire quotidiano.

  3. Purtroppo alcuni nostri……… nonni all’estero hanno portato malavita, mafia camorra e mafia con la camicia bianca. Quindi se non siamo ben visti all’estero qualche motivo c’è. Poi se vogliamo lasciarli morire sulle nostre montagne, non tutti sono d’accordo , compreso io. Da buoni cristiani diciamo la solita frase ” io non sono razzista, però “

  4. Perché li hanno salvati?! Non sono dei gattini, dei cagnolini, degli animalini carini! Sono persone, che schifo!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.