TRENO BLOCCATO UN’ORA DENTRO LA GALLERIA: GIORNATA NERA PER I PENDOLARI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

EXILLES – Giornata nera per i pendolari della Valsusa. Per oltre un’ora due treni regionali diretti a Bardonecchia sono rimasti bloccati sulla linea ferroviaria Torino – Modane. Un regionale è stato fermato dentro una delle gallerie tra Chiomonte ed Exilles, l’altro poco distante vicino alla stazione di Exilles. Lo stop è durato fino alle 20.30: i due convogli sono stati bloccati per motivi di sicurezza, perché sempre sulla stessa linea – nella zona di Salbertrand – in direzione Bardonecchia c’era un treno merci che non riusciva a salire. “Il treno merci è ripartito ora a velocità ridotta – spiegano dalle ferrovie – ed è arrivato a Salbertrand, a breve ripartiranno verso Bardonecchia anche i due treni regionali che erano stati bloccati, hanno avuto rallentamenti per circa 70 minuti”.

Sempre oggi, martedì 23 febbraio, c’erano stati altri grossi problemi sulle linea ferroviaria a causa di un incendio nei pressi di Sant’Ambrogio, con treni soppressi e grossi ritardi sempre a danno dei pendolari. 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

10 COMMENTI

  1. per questo motivo spendere soldi per l’ammodernamento di queste gallerie è uno sperpero inutile (la pendenza non cambia) e pertanto è indispensabile la TAV.

    • La pendenza la si affronta regolando i carichi, magari stavolta hanno esagerato. Un locomore rotto non va, ma se non ci sono soldi per ripararlo proporre il tav è come cambiare un’auto di 5 anni solo perché gli vanno sostituite le gomme. (Con una pronta all’uso fra 20 anni)
      Intelligenza tipica del consumismo…

    • Ammesso che non conosciamo il motivo per cui il locomotore non funzionasse proviamo a considerare che la tratta Salbertrand Oulx ha una pendenza irrisoria. Che poi a qualcuno piaccia godere di qualsivoglia spunto per portare acqua al proprio mulino; vabbè.

  2. L’obiettivo di incoraggiare i lettori a dare aria ai denti ed alla propria testiera è stato per ora ottenuto con almeno uno di loro.
    PERTANTO è indispensabile informarlo che l’ammodernamento delle gallerie in prossimità di Salbertrand è già stato fatto negli anni ottanta, che non ve ne sono altri in progetto e che decine di migliaia di treni vi sono transitati senza problemi.
    La pendenza non cambia ma prima di sparare a vanvera sarebbe meglio domandarsi quali problemi abbia avuto il convoglio, con o senza risvolti collaterali graditi a TELT.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.