VALSUSA, TRENO INVESTE GREGGE DI PECORE: FERROVIA BLOCCATA PER 2 ORE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Nella foto, presa dal web e con finalità puramente indicativa, alcune pecore investite da un treno. Non si tratta della foto dell’incidente di ieri, che è avvenuto a Bruzolo e di sera, con un treno merci.

BRUZOLO – Incidente sulla linea ferroviaria Torino-Modane: ieri sera la circolazione è stata sospesa dalle ore 20.50 su entrambi i binari, a seguito dell’investimento di un gregge di pecore (circa una ventina) da parte di un treno merci, in prossimità della fermata di Bruzolo.

Le pecore avrebbero attraversato i binari all’improvviso, passando dai campi: l’impatto con il treno è stato inevitabile. Il treno non ha subito danni ed è ripartito alle ore 22.50, ma durante l’interruzione sono stati fermati anche i treni regionali: i passeggeri hanno dovuto utilizzare il servizio sostitutivo con bus.

LA TESTIMONIANZA DI UNA STUDENTESSA

Ilaria Miceli

“Io ieri ho preso il treno delle 20.15 da Torino Porta Nuova per tornare a casa a Oulx – racconta Ilaria Miceli, giovane valsusina che studia all’Università – alle 20.55 il treno si è fermato a Borgone Susa. Ci hanno fatto scendere, il controllore ci ha detto che il treno precedente al nostro aveva investito delle pecore. Alcuni pendolari dei paesi vicini sono tornati a casa grazie ad un passaggio in macchina di parenti o amici, mentre noi dell’alta valle abbiamo dovuto aspettare che si sbloccasse la situazione. Intorno alle 22.30 eravamo ancora fermi, il controllore ci ha comunicato che la corsa era stata interrotta perché c’erano tante pecore investite, e che il nostro treno sarebbe ritornato indietro a Torino Porta Nuova. Il ferroviere ci ha anche detto che Trenitalia avrebbe attivato dei bus sostitutivi, ma era davvero troppo tardi. Per fortuna il papà di un mio compagno di università ci è venuto a prendere in auto e ci ha portati a casa”. 

“ABBIAMO ATTESO IL BUS, MA NON ARRIVAVA: UNA VERGOGNA”

“Sarebbe stato bello avere il servizio sostitutivo del bus! – aggiunge Ilaria Giai – Invece io ed un gruppetto di passeggeri, siamo rimasti fermi a Borgone! Dalle 21 circa, fino alle 23:40 circa… Poi fortunatamente è passato un treno per Bussoleno. Il Capotreno ci aveva fatto scendere a Borgone Susa con la promessa del pullman sostitutivo, ma siamo rimasti ad aspettare invano.. È una vergogna!”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

59 COMMENTI

  1. Adesso ci saranno sicuramente coloro che pensano, meno male che erano SOLO pecore e non un lupo. Imprudenza dell’allevatore, mi dispiace per la perdita economica, ma, poverine, erano sempre bestie anche loro.

  2. Poveri animali, che brutta fine per colpa dei loro proprietari…le vere bestie sono i margari e contadini di queste parti…pieni di se e che pensano di lavorare solo loro! In realtà sono solo degli incapaci primitivi!

  3. Povere bestie, le ho viste mentre passavo con l’auto. Chi pensa ai bus sostitutivi non ha un po’ di pietà per degli animali che sono morti? La ferrovia in prossimità dei campi che vengono utilizzati per il pascolo sarebbe meglio che avesse delle reti, e comunque il pastore che ha messo li quei poveri animali, avrebbe dovuto sorvegliarli meglio, se non ce la fa da solo, faranno i turni due o 3 persone, ma non si lasciano degli animali di fianco ad una ferrovia senza sorvegliarli. Spero intervenga la protezione degli animali.

    • Gwen, questa volta hai ragione. Ormai molti (non tutti, per fortuna) pensano solo a se stessi, non importa chi è morto, fa più notizia un pullman in ritardo.
      Queste povere pecore evidentemente erano tenute in maniera, per così dire, alquanto discutibile…
      Come però ho già detto molte volte, sarebbe necessaria una presa di coscienza da parte di tutti, la tutela per gli animali, in parte, c’è anche nel codice penale. Se poi non si vuole vedere è diverso… però si spera che intervenga la protezione animale, e che si inizi a trattare in maniera dignitosa ogni essere vivente

  4. Complimenti ai soliti perbenisti per i commenti… bassezza incredibile, provate anche voi a rimanere bloccati a porta nuova, con la metro chiusa, bus inesistente e nessuno che possa venire
    a prendervi (erano le 23)…
    Tutti bravi a parlare comodo sul divano…

  5. Quando si scrive “vergogna” per qualcosa, bisognerebbe capire meglio come funzionano le cose… in caso di emergenza è evidente che i disservizi non si contano. Non è che le ferrovie possono tenere 24/24 e 7/7 i pullman fermi nella valle in attesa di usarli in caso di incidente (fortunatamente pochi)! Prima viene considerato l’incidente, quindi allertato chi ha l’appalto, questi chiama gli autisti, recuperano i pullmann, vanno sul posto, due-tre ore se ne vanno in un istante…

  6. Quante conclusioni affrettate. Potrebbe essere caduto il recinto o chissà che altro, magari il pastore ha avuto un problema urgente, che ne sapete? Subito a sputare sentenze, a chiedere condanne e offendere! Non c’è niente da fare… per questo paese non c’è speranza. “Arroganti coi più deboli e zerbini coi potenti.” I politici hanno vinto… hanno gli schiavi perfetti.

  7. Biforcute. Correggo subito… prima che vi attacchiate a un banale errore provacato dal T9, perché non avete argomentazioni migliori.

  8. Dovevano stare a casa con la mascherina! Anche il treno doveva avere la mascherina! Non sarebbe successo nulla di grave! Gwen cosa ci facevi là??Dovevi stare a casa!!

  9. Mi dispiace moltissimo per le pecore,ma per questa volta sostituisco io Gabriele 2:Chissà il dolore che hanno provato.

    • Infatti c’è scritto sotto la foto che è stata presa a scopi puramente indicativi, ma non rappresenta l’incidente in questione.

  10. Erano pecore NoTav che tentavano l’assalto al fortino di San Didero attraversando i binari nell’intento di eludere il nemico invasore….

  11. Cercate di essere più comprensivi. Dal mio punto di vista non bisogna insistere a sputare sentenze. Io conosco queste persone, conosco i sacrifici che fanno tutti giorni. Si alzano al mattino quando la maggior parte di noi compreso il sottoscritto, ancora dorme. Lavorano sodo tutto il giorno fino a tarda sera in condizioni normali. Poi quando gli animali partoriscono, non scelgono di farlo solo di giorno… sovente accade di notte alle ore più assurde… Queste persone non sono né margari ne pastori arroganti… no… Sono uomini e donne che non hanno cercato il posto fisso e comodo come me. Sono persone che portano avanti una attività con amore, passione e sacrificio… per loro è per noi che abbiamo la fortuna di poter gustare dei prodotti genuini, sani… creano un indotto in valle. Io credo che questo non lo fai solo per un ritorno economico, poi ovviamente ci vivi, ma credetemi… è dura. Invece di puntare il dito, insultare con nomacci aiutiamoli senza metterli a disagio scegliendo i loro prodotti. Sono persone che soffrono nell’anima per i loro animali…e credetemi, li chiamano uno per uno con il loro nome… non è forse amore questo? Dopo il temporale viene sempre il sereno

  12. Bun sens tu vivere in mondo di sogni e caprette di Heidi e ti credere a pubblicità Mulino Bianco noi margari di valle selvaggia ci alzare mattina presto quando tu dormire ma noi poi fare pausa e andare in piola a bere quando vogliamo tu invece fare pausa caffè veloce e timbrare cartellino poi noi fare un po’ fatica ogni tanto ma sempre meglio che andare tutti i giorni in fabbrica o ufficio a rispettare regole e orari e avere rischi e responsabilità noi fare sana vita selvatica senza orari senza regole e senza capi o padrone tu dovere produrre qualcosa o fare risultati noi fare quello che piacere a noi e risparmiare su tutto e mica perdere tempo a trattare bene animali e dare da mangiare qualcosa loro dovere solo rendere e non fare noi spendere niente altrimenti noi dare bastonate e urlare come barbari poi noi vendere formaggi latte e uova con igiene peggio che nella fogna e noi poi vendere a te credulone che pensa mangiare cose genuine del contadino e invece tu cretino mangiare senza sapere roba schifosa noi poi sempre lamentare di essere poveri e noi sempre piangere miseria e intanto possedere più case e terreni di Roberto Carlino mentre tu dici di essere fortunato a avere posto fisso ma poi tu dovere arrivare a fine mese come un barbone e aspettare ventisette poi tu dire noi soffrire per animali e noi chiamare bestie per nome noi invece fare solo soffrire loro e chiamare tutti con urla disumane e picchiare sempre cani che essere più capaci di noi a tenere gregge,e mandria ma noi picchiare lo stesso cane perché noi pensare giusto fare così bravo Bun Sens continua a credere favolette e noi continuare a ridere di homo sapiens e continuare a vivere come preistoria

  13. Come mai non avete pubblicato il mio commento in cui dicevo che anche gli animali meritano rispetto e che non mi sembrava molto carino dire che “il treno non ha subito danni”?

  14. Come mai le ragazze di destra sono belle e femminili mentre quelle di sinistra sono acide e orripilanti megere oppure fomne contra ‘l tav?

    • Perché o sei bella o hai un cervello, le due cose insieme non sono conciliabili.

      DISCLAIMER : risposta adeguata al livello della domanda.

        • Il fatto che tu non abbia capito che il disclaimer non era ironico, ma sottolineava quanto fosse idiota, stupida, sessista e senza senso una domanda basata su classificazioni arbitrarie di un gruppo di persone, conferma l’assenza di cervello di chi segue certe idee politiche.

  15. Qui per rispondere alle vostre curiosità…quindi tu sei un/a acid* e orripilante paladin* di tutt* e tutt*? Insomma sei il/la solit* tollerante intollerante?

    • Sono uno che risponde in modo sarcastico e curiosità ingenue/cretine di gente che pensa di poter classificare le altre persone in “classi” come si faceva ai tempi del ventennio.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.