BUSSOLENO, UN RAPINATORE DELLA BANCA VENNE ARRESTATO GIÀ 8 ANNI FA E LEGATO DAI CLIENTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BUSSOLENO – I due torinesi arrestati ieri dai carabinieri durante la tentata rapina alla banca Unicredit avevano già dei precedenti penali. Uno dei due, Rosario Finocchiaro, aveva già fallito una rapina nel 2011 a Torino e venne arrestato in modo rocambolesco.

Era balzato agli onori delle cronache già 8 anni fa, sempre tentando di rapinare una banca a Torino. Allora allora 46 anni: il 5 dicembre 2011 entrò nella filiale della Banca d’Alba in corso Siracusa. Ne aveva dato notizia il quotidiano La Stampa: non tanto per il colpo in sé, ma per il finale in salsa comica.

Finocchiaro infatti anche in quel caso non solo venne arrestato dalle forze dell’ordine, ma addirittura legato mani e piedi da 5 persone: tre clienti e due dipendenti della filiale.

Continuano le coincidenze: anche otto anni fa la banda tentò il colpo intorno alle 13, con le stesse modalità: maschera in lattice e parrucca. Equipaggiati con disturbatore di frequenze Gsm per impedire a clienti e impiegati di dare l’allarme, pistola finta di plastica, guanti e sacchetti.

Da come racconta La Stampa, in quell’occasione Finocchiaro entrò da solo, ma subito una dipendente della filiale si accorse dei comportamenti strani dell’uomo, perché stava voltato verso il muro facendo finta di telefonare.

Risultato? La cassiera bloccò subito le porte di uscita e il malvivente venne fermato da tre clienti, con il supporto del direttore e del vice della banca. Poi fu messo faccia al muro e legato con nastro adesivo e le fascette da elettricista. Sdraiato a terra, secondo quanto scrisse il quotidiano torinese, Finocchiaro chiese di essere liberato invano. Nel frattempo i due complici tentarono di entrare bussando dall’esterno, ma dopo essersi accorti della situazione, si diedero alla fuga.

La polizia arrivò sul posto in poco tempo, accorgendosi che dentro la banca c’era una persona legata e imbavagliata: ma non si trattava di un cliente, bensì del rapinatore, che venne arrestato.

Otto anni dopo cambia il paese (questa volta Bussoleno), ma il risultato rimane lo stesso: dei cinque malviventi ne vengono arrestati due, tra cui appunto il torinese Finocchiaro. Un ladro recidivo.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.