VALSUSA, UNA SERATA PER RICORDARE I MAESTRI FULVIA MASERA E CARLO RAVETTO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

VAIE – Nel 2021 il Valsusa Filmfest sta celebrando i suoi 25 anni, come per il 2020 non si è potuto tenere tradizionalmente nel periodo intorno al 25 aprile, ma si sta svolgendo con numerosi eventi itineranti in molti comuni della Valle di Susa. Gli ultimi due eventi si svolgono nei giorni 18 e 20 settembre a Vaie e Avigliana. Sabato 18 settembre, alle ore 21 in Piazza del Priore a Vaie, il VFF vuole ricordare Fulvia Masera e Carlo Ravetto, insegnanti valsusini prematuramente scomparsi negli anni scorsi e che molti segni hanno lasciato nelle comunità scolastiche e non solo della Valle di Susa. Il programma della serata, organizzata in collaborazione con il Comune di Vaie, prevede una narrazione tra cinema e letteratura sull’”arte dell’insegnare”, a cura di Paolo Bertini. In caso di maltempo lo spettacolo si terrà presso la Sala degli Specchi del Centro Sociale “Primo Levi” di Vaie.

Paolo Bertini, maestro elementare e “narratore di storie”, per molti anni protagonista insieme alla moglie Giovanna ed al figlio Alessandro di spettacoli di circo e teatro di strada, autore del racconto teatrale “Fullball” e lo scorso anno, sempre per il VFF, di una rilettura e rappresentazione del capolavoro letterario di John Steinbeck “Furore”. Fulvia Masera, di Giaglione, ha insegnato per molti anni e cresciuto diverse generazioni di bambini alla Scuola dell’Infanzia di Vaie. Appassionata di cultura locale, è ricordata anche per il libro-diario “La meta è il viaggio”, scritto dopo la marcia No Tav compiuta da Venaus a Roma del 2006. E’ morta a 63 anni il 21 dicembre 2020 in un incidente stradale. Carlo Ravetto, segusino ma originario di Bruzolo, è stato un maestro di scuola, ma anche fotografo, attore, musicista, appassionato di storia e di tradizioni locali. Con i suoi scatti professionali ha raccontato per molti anni l’amata Valle di Susa. E’ morto il 13 giugno 2019 dopo una breve malattia.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.