VALSUSA, VACCINI COVID ALLA CASA DI RIPOSO DI OULX

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

OULX – Sono iniziate questa mattina le vaccinazioni anti Covid a 27 persone, tra ospiti e operatori, di Casa Nazareth, a Oulx. Partita ad inizio gennaio nelle Rsa e nelle residenze per anziani, la campagna vaccinale dell’Asl To3 oggi si sta svolgendo alla casa di riposo dell’alta Valsusa, come ci spiega l’amministratore delegato della società Eleos, Bartolo Massimiliano Casalis.

“Alcuni operatori non hanno dato il consenso al vaccino nonostante le spiegazioni che il nostro Direttore Sanitario ha fornito, mentre la totalità degli ospiti è stata vaccinata. Il richiamo e le vaccinazioni dei nuovi ospiti avverranno tra 21 giorni. Casa Nazareth sarà infatti, fortunatamente, in piena occupazione con i nuovi ingressi dal 1° febbraio – conclude Casalis – colgo l’occasione per ringraziare tutti gli abitanti dell’alta Valle di Susa che ci hanno accolti con grande calore”.

CASA NAZARETH
Oulx, via Della Torre
Tel: 0122 831383

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

  1. Tra parentesi, gli operatori che rifiutano il vaccino, questo è un mio parere personale, a meno che non abbiano malattie che impediscono loro di farlo, devono essere licenziati, perchè il loro lavoro non è un lavoro qualunque, è una missione, che ha a che fare con i nostri cari non autosufficienti, quindi già abbastanza provati anche senza il coronavirus. E questo vale non solo per Oulx, ma per Susa e per tutti i paesi della valle e d’Italia: dottori, oss e infermieri e chiunque lavori in RSA o in ospedale dovrebbe essere obbligato a vaccinarsi, pena il licenziamento, perchè non possono fare rischiare la pelle agli altri.

  2. Solo il licenziamento? Da te mi sarei aspettato come minimo la pena di morte! Naturalmente la causa di decesso sarà immancabilmente covid…

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.