VALSUSA, VANDALIZZATO IL MURALES PER SAMUELE NAITZA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di VALENTINA SITÀ

BUSSOLENO – Ieri sera, domenica 21 novembre qualcuno ha danneggiato a Bussoleno, in piazzetta della Pace i fiori in prossimità del murale dedicato a Samuele Naitza. Non ci sono parole per descrivere lo sdegno relativo a questo gesto vandalico che colpisce personalmente me e la mia famiglia e tutta la comunità di Bussoleno in quanto quell’area è un luogo a beneficio di tutti e non solo per mio nipote che purtroppo non è più qui con noi.

“A te, a voi, che avete compiuto questo gesto, auguro di non passare mai attraverso il nostro stesso dolore, perché neanche puoi immaginare cosa significhi perdere una persona amata. Spero solo che tu possa/voi possiate vergognarvi di tanta inciviltà”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

16 COMMENTI

  1. Davvero? Non stupiamoci. Magari ci si rende conto di che razza di gente ci sia a Bussoleno.
    Magari il comune pensasse un po’ meno alla tav e un po’ di più a risollevare un paese degradato?

  2. Spiace immensamente questo gesto indegno di persone civili. Purtroppo credo sia il triste risultato di anni e anni in cui i genitori hanno cresciuto i bambini e gli adolescenti lasciando fare loro tutto quello che vogliono, con l’idea che sgridarli possa danneggiarli emotivamente. Questa è invece la dimostrazione che inculcare dei valori veri, come il rispetto per il prossimo, il cordoglio per il dolore altrui, la generosità, la prontezza ad aiutare gli altri, oltre a dare la giusta disciplina e i giusti castighi a bambini e ragazzi quando sbagliano, li fa crescere meglio, sentono di avere qualcuno che pensa a loro, che li ama e per gusto li guida fino a divenire persone adulte responsabili. Invece lasciarli liberi di girovagare giornate intere e anche nottate, senza sapere cosa fanno, dove vanno, con chi sono, cosa guardano in internet, cosa combinano a scuola, che amici hanno, porta alla deriva, ad una generazione senza mete e passioni, annoiata, che per passare il tempo in una serata autunnale ha compiuto questa azione orribile. Solidarietà alla famiglia del giovane Samuele.

  3. Gli unici murales protetti che possono esistere a Bussoleno sono quelle porcherie del tav. Non è fascismo è… diciamo, un modo diverso di essere democratici!

  4. Questi gesti incivili vanno puniti, così come vanno punite tutte le forme di violenza e tutti gli atti vandalici. Forse una maggiore severità aiuterebbe quantomeno a diminuire fatti spiacevoli come questo.

  5. Ovviamente non c’è certezza, ma la probabilità che a fare ste cazzate siano coetanei del povero ragazzo morto è piuttosto alta. Diciamo che Bussoleno con le sua battaglie anacronistiche da anni non brilla per senso civico.

  6. 1+1 davanti a un morto e ad uno sfregio ad esso, con le tue ‘battaglie anacronistiche’ abbi la decenza di sciacquarti
    la bocca con la candeggina
    NB: io mi firmo

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.