AVIGLIANA, VENDEVA DROGA E LA SPEDIVA PER POSTA: ARRESTATO POSTINO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

dall’UFFICIO STAMPA DEI CARABINIERI

AVIGLIANA – I Carabinieri hanno arrestato un italiano di 24 anni, abitante ad Avigliana, per possesso di droga. Lunedi mattina, a Trana, in via Roma, i militari dell’Arma, impegnati nei controlli anti Covid, hanno notato una persona molto agitata che si guardava intorno con nervosismo. I carabinieri della stazione di Avigliana si sono avvicinati per chiedergli i documenti.

L’uomo ha dichiarato di essere un postino, fuori servizio, ma il suo atteggiamento ha convinto i militari dell’Arma a perquisire sia lui sia la sua abitazione, anche perché nei giorni scorsi avevano saputo di un postino specializzato anche nella vendita di droga.

La perquisizione domiciliare ha permesso di trovare 100 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, un quaderno contenente appunti e la contabilità riconducibili all’attività di spaccio e una scacciacani priva di tappo rosso con relative 19 munizioni.

In particolare, buona parte dello stupefacente è stato trovato all’interno di alcuni barattoli presenti nella camera da letto, mentre, circa 25 grammi sono stati trovati già sigillati all’interno di un plico postale pronto per essere spedito ad un acquirente.

Il giovane, che lavora come postino alle dipendenze di una ditta privata incaricata delle consegne per conto di diversi Uffici delle Poste Italiane della zona, è stato arrestato. Poste Italiane è estranea ai fatti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

6 COMMENTI

    • povero gabriele chissà il dolore che provi ogni volta che scrivi , “chissà il dolore che ha provato”, rivolto alle persone che hanno provato dolore, viviamo in un mondo di grande dolore. Buona sofferenza spirituale a tutti.

  1. Fassisti! Nassisti! Rassisti! Classisti! Negassionisti! Il povero lavoratore guardate cos’è costretto a fare per arrotondare un pochino. E lo stress che gli è stato provocato dai controlli fassisti facendolo stare in agitazione e nervosismo! Tutta colpa del clima d’odio creato da Salvini e Meloni! Che futuro offriamo ai nostri giovani, se non gli permettiamo di lavorare in pace! Fassisti!

  2. Quanto accaduto è veramente deplorevole.
    Come è possibile che un ragazzo direi esperto si faccia vedere nervoso proprio dai carabinieri?!

    • Sono andati a colpo sicuro, già sapevano chi dovevano controllare e dove. È evidente che il loro ufficio stampa abbia dato una versione di comodo per proteggere gli informatori, come sempre accade in questi casi.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.