VALSUSA, VIAGGIANO SENZA BIGLIETTO E NON DANNO LE GENERALITÀ: DENUNCIATI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DELLA QUESTURA DI TORINO

Proseguono i controlli straordinari della Polizia Ferroviaria presso le stazioni che collegano la Val di Susa e sui treni della linea internazionale Torino – Bardonecchia. I servizi straordinari da parte degli Agenti del Compartimento Polfer Piemonte e Valle d’Aosta hanno interessato le stazioni ferroviarie di Avigliana, Sant’Ambrogio, Sant’Antonino Vaie, Alpignano e Rosta.

L’azione di contrasto dei fenomeni di illegalità in ambito ferroviario è costantemente monitorata dalla Polfer, che opera con personale del Posto Polfer di Bussoleno, oltre che del Nucleo Scorte Compartimentale inviato da Torino e della Sottosezione Polfer di Orbassano.

I controlli ai bagagli e alle persone sono estesi alle sale d’attesa, alle banchine ed anche ai piazzali esterni. Monitorato il deflusso dei viaggiatori dai treni in arrivo, sensibilizzati ad utilizzare regolarmente i sottopassaggi senza attraversare i binari. Nel caso di giovani sprovvisti di biglietto e sorpresi a sostare in ambito ferroviario ad infastidire i viaggiatori, si è provveduto ad invitarli ad allontanarsi dalle stazioni.

L’ultimo servizio si è svolto ieri ad Avigliana e Sant’Antonino Vaie, e si è protratto sino a tarda serata; in particolare, il servizio era finalizzato al contrasto di tutti i comportamenti anomali e che mettono in pericolo l’incolumità personale, in ambito ferroviario. Il giorno 4 settembre sono stati denunciati dalla Polfer di Porta Nuova due 25’enni italiani residenti nel torinese perché, senza biglietto sul treno Susa – Torino, si erano rifiutati di fornire le generalità al Capotreno, pubblico ufficiale nell’esercizio delle proprie funzioni, per consentire la regolarizzazione del titolo di viaggio.

A seguire il 6 settembre personale dei Posti Polfer di Bussoleno ed Orbassano ha operato nelle stazioni di Avigliana e Sant’Ambrogio; controllati ben 22 treni, decine di persone identificate con relativo bagaglio al seguito, anche con l’ausilio di metal detector. I giorni 14 e il 26 settembre altri servizi sino a tarda serata nelle stazioni di Avigliana, Sant’Antonino e Sant’Ambrogio, 14 i treni i treni controllati al transito in stazione.

I servizi Polfer nelle stazioni della Val di Susa proseguono per garantire la sicurezza del trasporto ferroviario ai numerosi pendolari e utenti del servizio e per prevenire e reprimere atti illeciti e vandalismi ai danni dell’infrastruttura ferroviaria, registrati in stazione e a bordo treno da parte di piccoli gruppi di ragazzi sia italiani che stranieri, per cui l’attività investigativa è ancora in atto.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

  1. Ci andrebbero 2 calci nel culo ai ragazzini che bivaccano tutti i giorni in stazione e anche ai loro genitori che non si interessano minimamente dei loro figli.

Rispondi a Kobra Annulla risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.