VALSUSINA PERDE LA CASA DOPO L’INCENDIO A SAUZE DI CESANA: “AIUTATEMI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Michela Blandino

SAUZE DI CESANA – A seguito dell’incendio avvenuto nella notte tra il 20 e 21 marzo nella borgata di Bessen Haut a Sauze di Cesana, dove sono state distrutte alcune baite, una famiglia è rimasta senza casa.

Ora l’Associazione Plaisentif è vicino a Michela Blandino, la più giovane produttrice del “Formaggio delle Viole”. Chiunque voglia aiutare Michela, può dare un contributo tramite l’associazione al seguente codice Iban: IT21F0306909606100000114298 (intestato all’Associazione Plaisentif) mettendo nella causale “Per Michela”.

La baita distrutta di Michela Blandino dopo l’incendio avvenuto tra il 20 e 21 marzo 2021
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

14 COMMENTI

  1. Beh, ovviamente dispiace per quanto ma al di là di tutto … direi che tutti hanno l’assicurazione incendi per la casa … soprattutto se di quel tipo 😉 Comunque sì sì già attivati per raccogliere fondi.

  2. È a questa gente che bisognerebbe in via prioritariaassegnare anche gratuitamente la casa cantoniera di Oulx……finalmente …..forse …..liberata…

  3. Sicuramente una delle aziende che devono dare risposta e risarcimento è quella che ha in carico la manutenzione degli idranti, potendo dimostrare che la loro efficienza avrebbe permesso di impedire il disastro.

    • Gli idranti presenti in ogni borgata NON sono un presidio anti incendio sono un sevizio gratuito offerto da chi gestisce l’acquedotto e non vi è nessun servizio di manutenzione ne è tanto meno obbligatorio che ci siano
      Tra l’altro sono collegati alla vasca di accumulo della acqua potabile quindi di ridotte dimensioni

      Informarsi prima di parlare

      • Scusa caro Vvff da ignorante sul campo ti faccio una domanda senza rivolgermi a un esperto:cosa serve mettere degli idranti nelle borgate se poi non viene effettuata la manutenzione? E’ chiaro che serve una manutenzione! Ora visto che dici che non dovevate fare la manutenzione indicaci chi la doveva fare!

  4. Piero
    Gli idranti hanno una funzione anti incendio. Se vengono installati è per poter essere utilizzati in caso di incendio.
    In alta montagna sono soggetti al gelo, quindi devono obbligatoriamente avere un sistema di ricircolo e una rete non collegata a quella potabile. Oltre tutto non si può dire che in alta Valsusa ci sia scarsità di acqua.

  5. Ma se gli idranti presenti in ogni borgata NON sono un presidio ontincedio….ha che cazxo servono? (senza manutenzione
    poi)

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.