VENAUS, TEMPI LUNGHI PER LA NUOVA SCUOLA / IL SINDACO: “MEGLIO NON RISTRUTTURARE, L’ESPERIENZA DI AMATRICE FA RIFLETTERE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di ARIANNA RICHIERO

VENAUS – È arrivato settembre e il primo giorno di scuola per alunni e insegnanti si avvicina. A Venaus, dove i bambini frequenteranno ancora le lezioni nella scuola temporanea, ovvero l’edificio modulare di via Antica Reale, si pensa al futuro e si prepara un grosso investimento: la costruzione di una nuova scuola che ospiterà le classi dell’infanzia e quelle della primaria (sia a tempo normale che a tempo pieno grazie all’attivazione del doposcuola), la palestra, una cucina a km 0 con prodotti locali, laboratorio informatico e di lingue e la biblioteca.

“Un decisione impopolare, quella di non ristrutturare la vecchia scuola dichiarata inagibile e di optare per una scuola temporanea, che in questo momento apre importanti riflessioni. Proprio la scuola di Amatrice, colpita dal terremoto e di cui si parla molto in questo periodo, era stata interessata da interventi di ristrutturazione che noi a Venaus abbiamo deciso di non fare. Abbiamo preferito il nuovo, che offre maggiori garanzie di sicurezza – spiega il sindaco di Venaus Nilo Durbiano – Abbiamo scelto di costruire una scuola modello con un grosso investimento. La volontà è quella di dare un servizio di qualità, sia nella didattica che nella logistica, a tutti i nostri alunni e a tutti quelli che sceglieranno di iscrivere i bambini nella nostra scuola. Non è ancora possibile indicare le tempistiche di realizzazione. A breve si procederà con la gara d’appalto e poi partirà il cantiere”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.