VENDUTA LA “DE TOMASO” DI GRUGLIASCO: PREVISTI 60 RICOLLOCAMENTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

l43-tomaso-130403173852_big

di ALICE VERGA

La Fiom-Cgil rende noto che, giovedì 19 marzo, si è conclusa la vicenda relativa all’asta per la De Tomaso.

Ad aggiudicarsi marchio e attività è stata la cordata svizzera L3 Holding, per una cifra di 2 milioni e 50 mila euro: all’offerta era accompagnato un piano industriale che prevede la ricollocazione di 60 lavoratori entro il 2017 per arrivare poi a 360 nel 2022.

Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil, e Vittorio De Martino, segretario regionale della Fiom-Cgil, dichiarano: «Non è la soluzione ideale ma avrebbe potuto finire anche molto peggio, perché le altre due offerte erano rivolte unicamente al marchio. È positivo che chi abbia vinto la gara abbia almeno un’ipotesi di piano industriale: questo consentirà ai lavoratori e al sindacato di avere un interlocutore per verificare le caratteristiche e i contenuti del piano stesso. Sarà però decisivo il ruolo delle istituzioni, a partire dalla Regione, che dovranno esercitare una funzione attiva affinché si vada verso una soluzione occupazionale e produttiva che risponda ai problemi drammatici che i lavoratori della De Tomaso hanno sopportato in questi cinque anni».

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.