VIDEO / DALLA VALSUSA PER DENUNCIARE IL CASO LEDEZMA: IL NUOVO BRANO DI STEVEN PIU PER IL VENEZUELA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DI THOMAS ZANOTTI

SUSA – In questi ultimi anni in Venezuela c’è una forte carenza di beni di prima necessità, mancano i medicinali e le persone muoiono di fame. Ci sono anche più di 100 prigionieri politici, ma nessuno parla di questa crisi umanitaria.

Per chi non conoscesse la storia di Antonio Ledezma si tratta di un “demócrata” che ha sempre lottato per lo stato sudamericano, un vero uomo di pace. Attualmente è il sindaco della capitale venezuelana Caracas eletto nel 2008 e riconfermato nel 2013. Più volte è stato eletto in Parlamento e ha ricoperto numerosi incarichi. Ledezma il 19 febbraio 2015 è stato arrestato, in quanto oppositore politico dell’attuale regime di Nicolás Maduro. Privato della libertà perché difende la democrazia del popolo venezuelano: il suo arresto si aggiunge a quello dell’oppositore Leopoldo Lopez e ad altri prigionieri tra cui civili, politici e studenti.

La storia di Ledesma ha ispirato il musicista valsusino Steven Patrick Piu: molti lo ricorderanno per la sua partecipazione ai talent show “X-Factor” e “The Voice”. Per questo pezzo musicale che s’intitola “Ledezma Day”, il cantautore di Susa ha collaborato con il direttore artistico, finanziatore ed ideatore Alessandro Di Palma, ma soprattutto con Vanessa Ledezma Camero, figlia del prigioniero politico, e tutta la loro famiglia, tra cui il fratello Victor e le sorelle Antonietta e Mitzita come grido di liberazione per Antonio e per la loro terra. Il brano è cantato in quattro lingue straniere, già disponibile e in vendita in tutti i digital store.

Parte del ricavato sarà devoluto alle associazioni onlus che stanno aiutando questo stato afflitto da molti problemi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.