VIDEO / MATURITÀ AI TEMPI DEL CORONAVIRUS: GLI ORALI AL DES AMBROIS DI OULX

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di THOMAS ZANOTTI

OULX – Per moltissimi studenti di tutta Italia è arrivato il fatidico giorno degli esami di maturità. Una maturità diversa dalle solite poichè si tratta della prima ai tempi del Coronavirus. Anche l’Istituto Des Ambrois di Oulx ha aperto i battenti da questa mattina sulla base delle disposizioni sanitarie previste dai protocolli di sicurezza che prevedono autocertificazioni sullo stato di salute, distanziamento fisico, mascherine indossate e stanze areate.

Abbiamo intervistato per ValsusaOggi i primi studenti che si sono presentati davanti ai
docenti dopo i lunghi mesi di lockdown.

Che cosa hai scelto da presentare agli insegnanti?

Beatrice Palumbo (Turistico): Da presentare in realtà c’era un elaborato di economia e lingua inglese in sostituzione della prova scritta. Dopo di che mi è uscita una fotografia della Tour Eiffel di Parigi che ho collegato al dipinto Guernika di Pablo Picasso e successivamente alla Guerra Civile avvenuta in Spagna.

Andrea Barocco (Liceo Scientifico Sportivo): Ho scelto una presentazione sul mio percorso scuola-lavoro durato tre anni.

Andrea Leonardo (Liceo Scientifico Sportivo): Ho presentato un elaborato sul percorso scuola-lavoro riguardante la disabilità e di come mi sono rapportato in quell’ambito.

Michele Pagliaro (Turistico): Abbiamo fatto l’elaborato e in questo caso noi avevamo dafare economia e inglese. Abbiamo avuto anche il documento di italiano e le immagini. Da me sono uscite le stazioni sciistiche e da quel momento ho iniziato a parlare di quello.

Sei soddisfatto della tua prestazione?

Beatrice: Sì. Penso che mi aspettavo esattamente quello che ho fatto e alla fine sono rimasta contenta.

Andrea B.: Sì. Sono davvero contento.

Andrea L.: Sì. Sono molto soddisfatto di come sia andata.

Michele: Abbastanza.

Che impressione hai avuto dell’esame in questa situazione di emergenza?

Beatrice: Sicuramente si sono impegnati per rispettare il distanziamento sociale. Dentro l’istituto ci sono molti divisori tra i vari colori e le varie classi e anche tra i professori.

Andrea B.: È stato strano perché vedere tutti muniti di mascherina ha fatto un effetto davvero particolare.

Andrea L.: All’inizio ero molto nervoso, ma poi ho capito che era molto più semplice fare una prova orale e quindi ne sono uscito contento

Michele: Sono stato il primo della classe del turistico. Gli insegnanti erano un po’ spaesati all’inizio, ma alla fine è andato tutto bene.

Qual è stato il momento più difficile durante il colloquio?

Beatrice: Il momento più difficile è stato l’inizio perché ero super agitata e non sapevo bene che cosa aspettarmi.

Andrea B.: Quando mi hanno chiesto qualcosa su Fisica e Matematica.

Andrea L.: Durante il colloquio il momento più complicato è stato l’inizio perchè ero veramente teso, ma dopo i primi dieci minuti è andato tutto bene.

Michele: Personalmente non ne ho trovato uno tanto difficile. La parte più difficile è stata prima del colloquio, però è andato tutto in maniera tranquilla.

Come ti sono sembrati gli esaminatori?

Beatrice: Sono stati molto bravi e disponibili ad aiutarmi. Posso ritenermi davvero soddisfatta.

Andrea B.: Sono stati molto bravi, anche perché erano i nostri professori e quindi ci conoscevano.

Andrea L.: Come sempre il rapporto è stato normale con i professori che ho avuto. Sono stati molto gentili da un lato, ma anche hanno avuto un comportamento un po’ distaccato perché dovevano fare gli esaminatori e non più la parte dell’insegnante.

Michele: Il presidente di commissione è una persona molto preparata, i nostri professori non mi sono sembrati troppo severi.

Progetti per il futuro. Intendi continuare a studiare o preferisci fare qualcos’altro?

Beatrice: Dopo quest’esame penso che non continuerò gli studi. Magari più avanti.

Andrea B.: Continuerò a studiare, poi voglio fare il maestro di sci e dovrò superare anche quell’esame per poter insegnare a sciare.

Andrea L.: Intendo continuare a studiare, ma non più materie scientifiche. Vorrei dedicarmi a quelle umanistiche.

Michele: Ho intenzione di continuare a studiare, frequentando l’Università a Torino.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.