VILLAR FOCCHIARDO FESTEGGIA LA CENTENARIA MARIUCCIA, EMIGRATA IN FRANCIA PER LAVORO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di IVO BLANDINO

VILLAR FOCCHIARDO / CRAS – Lo scorso sabato, 6 maggio, oltre le Alpi è stata festeggiata una centenaria, la nipote del “Lu Sindi vei”, Mariuccia Chiaberto, che in età giovanile (come molti altri della Valle di Susa), per motivi di lavoro si trasferì in Francia, precisamente nel piccolo paese di Cras (Grenoble).

Mariuccia, originaria della Valsusa ed esattamente di Villar Focchiardo, è stata festeggiata con grande onore per i suoi 100 anni, vissuti lontano dalla sua patria natia, ma che mai ha dimenticato, in modo particolare il suo amato paese “du Vilè”.

Per lei il figlio Guido, ha voluto organizzarle una festa in grande stile, con la partecipazione del sindaco di Cras, dei nipoti, cugini, ma soprattutto molti parenti ed amici giunti appositamente da Villar Focchiardo per rendere omaggio alla loro cara concittadina.

Il marito di Mariuccia, Silvio Martoia (sempre di Villar Focchiardo), morì giovane di silicosi, lavorando in miniera. Dopo la morte del suo consorte, per mantenersi Mariuccia svolse vari tipi di mansioni, tra cui la cuoca all’istituto mariano della Salette, dove il figlio intraprese gli studi.

Cosi con un lauto banchetto, fiori, lo scorrere di foto e ricordi ed il canto di “Piemontesina bella” si è conclusa la festa alla mamma, nonna, zia e amica, ad una grande donna che da molti anni vive al di là del confine italiano, ma che non ha mai dimenticato il patois ed il suo paese.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.