VILLAR PEROSA, ALLA CASA DI RIPOSO LA VECCHIA SIGNORA “GLI OSPITI SI SENTONO COME A CASA”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

VILLAR PEROSA – Il sogno di ogni anziano è quello di invecchiare in buona salute, in serenità, accudito con affetto e amore dai propri cari. Ma ci sono dei casi particolari: non sempre la famiglia può seguire i nonni a casa, per questo esistono adeguate strutture, le case di riposo, giudicate da alcuni dei “parcheggi”, ma altri le considerano delle vere e proprie ancore di sostegno.

Tra le diverse case che esistono nelle nostre zone, una di queste si trova in Val Chisone ed esattamente a Villar Perosa. È una casa di riposo di tutto rispetto, sia dal punto di vista storico che logistico, “La Vecchia Signora”.

L’edificio si trova nella cittadina di origine della famiglia di Agnelli, fondatore della Fiat, che proprio a Villar Perosa fece nascere la nota industria automobilistica. Agnelli pensò anche ai suoi dipendenti e per loro costruì belle abitazioni e strutture sanitarie, inoltre fino agli anni ’80, proprio a Villar Perosa, avevano luogo gli allenamenti della squadra calcistica della Juventus e costruì per gli atleti un albergo per i ritiri.

Nel trascorrere degli anni, la Juventus cambiò sede e così l’albergo fu acquistato da privati e divenne un hotel: nell’ottobre del 2015, fu acquistato da Carmine Giardullo (già proprietario della casa di riposo Villa Gabriella a Sant’Ambrogio in Valsusa) che, con una attenta ed accurata ristrutturazione, ha saputo trasformarla in una confortevole casa di riposo, dove si trovano pure antichi e pregiati mobili d’arredamento.

La residenza è situata nella centralissima via Giovanni Agnelli di Villar Perosa ed è dotata delle migliori tecnologie e comfort, con un bel giardino, un’antica fontana ed un’incantevole vista sulla valle, che offre agli ospiti la possibilità di non sentirsi isolati, ma vivi, perché possono ammirare oltre alla splendida cornice delle montagne, l’andare dei passanti.

“Attualmente – precisa il proprietario della struttura Giardullo – ci sarà un ampliamento, poiché ad oggi la casa può ospitare 19 ospiti e tutti autosufficenti. Desidero che questo sia un luogo considerato come un soggiorno alberghiero, come un luogo di amorevole condivisione, i nostri ospiti devono sentirsi come a casa, circondati dall’amore del personale che svolge la propria attività con dedizione e passione, per me non è solo importante, ma fondamentale! Per questo, desidero ringraziare la direttrice Nadia El bdnie e tutti gli operatori che ogni giorno si dedicano con passione a questo lavoro”.

Entrando nel vasto salone finemente arredato e molto ben soleggiato, si ha immediatamente un’immagine mozzafiato, poiché si presenta accogliente con i suoi colori, si respira “l’aria della serenità”, che traspare anche dai volti degli ospiti che pur indossando la mascherina, sorridono con gli occhi.

Non importa la vita che vuoi, ma come la vivi! Quello che desiderano il proprietario Giardullo, la direttrice e tutto il personale operativo è comunicare il messaggio della tranquillità, della gioia e della speranza poiché, anche se la casa di riposo è un habitat che aiuta ad avvicinarsi con la pazienza e delicatamente al tramonto della vita, la luce della speranza non può spegnersi mai, ma dev’essere sempre ravvivata, perché alla residenza “La Vecchia Signora” di Villar Perosa, la sua direttrice, tutto il personale e tutta la sua équipe, non permettono di dare spazio alla solitudine o alla tristezza, qui si è sempre attivi e sempre giovani!

(Informazione pubblicitaria a cura della New Press – Testo di Ivo Blandino)

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.