VIOLENZA SULLE DONNE, NASCE UNO SPORTELLO DI AIUTO ALL’OSPEDALE DI SUSA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

ospedalesusa

RICEVIAMO DALL’ASL

Nel percorso di riordino e di potenziamento in corso presso l’Ospedale di Susa si è fatto spazio dal 1° Dicembre anche per un nuovo servizio contro la violenza di genere: un punto di accoglienza e di ascolto telefonico rivolto a donne che vivono una situazione di violenza: lo anticipa oggi, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza di genere, il Direttore Generale dell’ASL TO3 Dr. Flavio Boraso , presente questa mattina a Susa per verificare di persona l’organizzazione e la sistemazione dei nuovi servizi programmati.

Lo sportello di Susa viene gestito dall’Associazione Svolta Donna Onlus , che da anni collabora attivamente con l’ASL TO3 , e prevede la presenza delle volontarie, opportunamente formate, che offrono assistenza e l’ ascolto telefonico alle donne e le inviano a colloqui gratuiti di orientamento con psicologhe o avvocate a seconda delle necessità della donna.

Il servizio a Susa si apre in parallelo con lo sportello previsto all’interno dell’Ospedale di Rivoli, che verrà inaugurato questa sera alle ore 17,00 e costituisce un tassello di una rete più ampia di copertura del territorio, iniziata anni fa in ospedale a Pinerolo e successivamente ad Avigliana e presso l’Azienda Ospedaliera San Luigi Gonzaga di Orbassano (il mercoledì mattina). Il confronto sul progetto dei diversi partner e la collaborazione con i Pronto Soccorso degli Ospedali ha fatto emergere la necessità di fornire alle donne un punto ad accesso diretto collocato dentro le strutture ospedaliere.

Al servizio si accede dal numero verde 800 093900, in rete con il numero verde nazionale 1522
“La presenza delle psicologhe nei vari ospedali è stata organizzata in modo strategico per coprire più giorni alla settimana in sedi diverse e venire cosi incontro alle esigenze delle donne e degli operatori sanitari”, dice l’Avv. Silvia Lorenzino, Presidente dell’Associazione Svolta Donna. “la presenza di una psicologa al punto di accesso diretto e di una volontaria all’ascolto, permette di offrire alla donna una risposta tempestiva e la collocazione all’interno delle sedi ospedaliere permette un lavoro sinergico e molto efficace”.

La collaborazione con l’Associazione Svolta Donna è un vero esempio di lavoro in rete: l’ASL TO3 ha messo a disposizione i locali e il supporto logistico, l’Associazione ha messo a disposizione il personale qualificato, infine con la collaborazione con il Consorzio dei Servizi Sociali del pinerolese (CISS) è stato possibile avviare l’unico Centro Antiviolenza riconosciuto nel territorio della città metropolitana, se si esclude Torino città.

In definitiva le donne al di là della possibilità di telefonare in qualsiasi momento avranno avranno a disposizione una presenza attiva della Psicologa nelle varie sedi ( possono accedere a qualunque di queste sedi indipendentemente dalla residenza) per il primo contatto come segue:
Susa Martedì dalle ore 10,00 alle 12,00
S. Luigi Orbassano Mercoledì dalle ore 10,alle ore 12,00;
Ospedale di Pinerolo e CAP Avigliana Giovedì dalle ore 10,00 alle ore 12,00
Ospedale di Rivoli Venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,00

“L’esperienza positiva avviata nel pinerolese viene dunque estesa a tutto il territorio” , sottolinea il Direttore Generale della ASL TO3, dott. Flavio Boraso “ così dopo Pinerolo ed Avigliana ora si aprono sportelli anche a Susa e Rivoli, in spazi idonei e funzionali . Per la fine dell’anno le donne avranno cosi a disposizione tutte le mattine, dal martedì al venerdì, uno spazio ad accesso diretto dislocato nelle varie sedi per rendere possibile sia un accesso vicino alla propria abitazione, sia un accesso in altra sede, nel caso questo fosse necessario per salvaguardare l’incolumità della donna.”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.