WEEKEND IN VALSUSA / DOMANI AD ALMESE RIAPRONO LA VILLA ROMANA ED IL RICETTO DI SAN MAURO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

foto 1 (26)  

di MARIO RAIMONDO 

 Con l’arrivo della primavera ripartono le visite guidate ai due più pregevoli beni storici presenti sul territorio del Comune: la Villa Romana di Grange di Rivera e la Torre del Ricetto di San Mauro .Con un calendario che sarà ricco di appuntamenti e che farà di Almese una terra di cultura e storia tutta da scoprire e che contemporaneamente consentirà ad Almese di diventare la ‘prima’ cartolina ,per chi sale verso la valle, dei tesori racchiusi in questa ruga di terra. Anche quest’anno, grazie alla proficua collaborazione tra le associazioni Arca e F.I.E. ,che gestiranno rispettivamente le visite guidate alla Villa Romana ed alla Torre del Ricetto, sarà possibile usufruire di un ricco programma di appuntamenti con visite guidate ed eventi assolutamente gratuiti. Si comincia questa domenica, 12 Aprile, praticamente contemporanea nei due siti ( alle ore 14.30 alla Villa Romana ed alle ore 15.00 nel Borgo Medievale del Ricetto della Torre di San Mauro) e si proseguirà sino a novembre per un totale di 16 aperture alla Villa e 10 alla Torre. Uno sforzo notevole per le associazioni coinvolte, che sarà sicuramente premiante e che va nella direzione di ampliare la possibilità di fruizione al pubblico di queste importanti vestigia locali. Novità importante è che quest’anno Turismo Torino (www.turismotorino.org) ,in accordo con l’Amministrazione Comunale di Almese, ha inserito il Borgo Medievale di San Mauro nel circuito castelli e dimore storiche fuori Torino. 

 
foto 2 (24) 

 Un bel ‘colpo’ che consentirà di aumentare la visibilità del nostro sito e di portare tanti nuovi visitatori al medesimo grazie al tam-tam della Rete. Altra particolare novità riguarderà la Villa Romana, perché quest’anno il Comune ha stipulato una convenzione con l’Archeologa Paola Da Pieve che oltre a condurre le visite in situ ,si occuperà di un progetto dedicato alle scuole primarie di Almese, Rivera e Milanere . Infatti grazie ad uno stanziamento del Comune, partirà un progetto che coinvolge le scuole il cui debutto è previsto a fine mese: archeologi incontreranno gli allievi nelle classi e vi saranno visite guidate sul posto. Soddisfazione per quanto si sta realizzando è stata espressa da Rachele Cerrato, assessore alla Cultura ed Istruzione del Comune di Almese: “Abbiamo sul nostro territorio una delle più grandi Ville extraurbane di epoca Romana e grazie a questo progetto pensiamo di far conoscere ai nostri alunni questo tesoro che abbiamo in casa.” Un tesoro, anzi due tesori, dalla lunga storia che l’Amministrazione Comunale vuol promuovere nel segno della cultura e della sostenibilità.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.