ACQUA SPORCA AD AVIGLIANA, IL CONSIGLIO CHIEDE A SMAT LA RIDUZIONE DELLE BOLLETTE / LA REPLICA: “NON È CONTEMPLATO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
La richiesta è stata fatta dal consigliere Mario Picciotto

di ANGELO FRANCO

AVIGLIANA – Il consiglio comunale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno per chiedere a Smat la riduzione delle bollette dei cittadini a causa dell’acqua sporca. Al consiglio comunale del 7 giugno il consigliere di minoranza Mario Picciotto ha presentato l’ordine del giorno per chiedere la riduzione dei costi della bolletta per l’acqua potabile: “Bisogna andare incontro ai cittadini coinvolti nei disservizi relativi alla fornitura di acqua torbida (a causa della presenza di manganese), attuando agevolazioni e sconti in bolletta” ha spiegato.

Picciotto ha aggiungo: “Nelle zone coinvolte (Stazione, Ponte Dora, Drubiaglio, Grangia) per poter usufruire di acqua pulita e utilizzabile, in troppi casi, è necessario lasciar scorrere l’acqua troppo a lungo, con un conseguente aumento dei costi in bolletta e relativi passaggi di classe energetica. La domanda è: se devo fare scorrere l’acqua per averla chiara e pulita, perché poi vengo ‘punito’ in quanto ne ho consumata troppa? Questa è un’ingiustizia nei confronti dei cittadini”.

Andando nello specifico della bolletta, Picciotto approfondisce la sua proposta: “La tariffa minima in bolletta è 0,689 euro al metro cubo, mentre la massima arriva a 2,9558 euro. Chiedo che venga applicata la tariffa minima ai cittadini coinvolti, fino a quando il problema non sarà definitivamente risolto”.

L’ordine del giorno ha trovato favorevoli i consiglieri della minoranza. Roccotelli dichiara: “L’amministrazione dovrebbe davvero seguire quest’ordine del giorno”, mentre Tatjana Callegari aggiunge che “questa idea faceva anche parte del nostro programma”.

Il sindaco risponde: “Durante l’incontro dello scorso marzo con i vertici e tecnici Smat, il Comune e i cittadini, è stato già richiesto tale abbattimento dei costi in bolletta”. Le risposte da parte di Smat sono state condensate in una mail che il sindaco ha letto: “È stato attivato un tavolo tecnico nel quale sono stati individuati i provvedimenti da intraprendere e gli interventi per la risoluzione definitiva, tra questi la pulizia delle condotte acquedottistiche attraverso l’applicazione del siluro di ghiaccio”, e in tale mail viene anche comunicato che seppure in passato si fossero già verificate simili evenienze in altri territori, non si è mai arrivati ad attuare una riduzione dei costi in bolletta, in quanto non contemplate”.

Dal canto suo il sindaco dichiara “abbiamo fatto un costo medio di quello che potrebbe essere il vantaggio economico per i cittadini, e si tratta di pochi euro, ma noi siamo comunque convinti di voler supportare i cittadini coinvolto in questa situazione, non abbiamo nessun problema a votare a favore a questa mozione, e mi impegno personalmente, come sindaco, per la seconda volta, a farmi portavoce di tale richiesta di riduzione”, e conclude, “ci rendiamo conto che il disagio c’è e prosegue da diversi anni, noi ci stiamo impegnando a risolvere definitivamente il problema”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.