AVIGLIANA, IL COMUNE SPENDERÀ 300MILA EURO PER SISTEMARE ALCUNE STRADE DELLA CITTÀ

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Il municipio di Avigliana (foto Busciolà)

di MATTEO MAERO

AVIGLIANA – Tempo di bilanci all’interno del consiglio comunale di Avigliana. Lunedì 30 luglio è stata infatti discussa ed approvata la variazione di assestamento generale e controllo della salvaguardia degli equilibri di bilancio, in previsione del periodo finanziario 2018/2020. Tra le principali novità, l’inserimento dell’acquisto da parte del comune della “Casa del Fascio” su piazza Del Popolo.

La variazione è stata approvata dalla maggioranza e da Roccotelli. Contrari Spanò e Falcherò, astenuti Picciotto e Callegari. Il sindaco Andrea Archinà ha presentato ed elencato tutte le voci di bilancio in entrata ed in uscita, oltre alle spese.

La prima parte riguarda le entrate, suddivise nel seguente modo:

1) 23.000 euro provenienti da accertamenti IMU e TARSU.
2) Circa 7.500 euro della Città Metropolitana di Torino a supporto spese di integrazione scolastica 16/17.
3) 12.000 euro senza vincolo di destinazione per incentivo alle politiche di accoglienza migranti nell’ambito dei progetti Sprar.
4) 57mila euro provenienti da sanzioni per violazione in materia ambientale.
5) Dividendi dal bilancio Acsel: l’assemblea dei soci ha deliberato la distribuzione per 560.600 euro, con l’erogazione dei dividendi annuali per 48.500 euro che si vanno a sommare ai precedenti.
6) 100mila euro sbloccati dall’avanzo di amministrazione 2017, per finanziare progetti inerenti ad infrastrutture stradali.
7) Rimborsi vari da somme anticipate da gestione Iva, per un totale di 7.300 euro.

Dopo le entrate, ecco le uscite approvate dal Comune di Avigliana.

1) 430.000 euro (350.000 euro Iva inclusa) per l’acquisto dell’immobile denominato “Casa del Fascio”. Essendo un acquisto da fondo privato, la cifra a bilancio non è esente Iva. Il totale deriva dalla maggiore entrata dovuta all’ammontare della distribuzione delle riserve di bilancio Acsel.
2) 300mila euro per vari interventi stradali, con il rifacimento del manto nelle vie che hanno maggiori criticità.
3) 18.500 euro per l’mpermeabilizzazione del tetto della scuola media Defendente Ferrari.
4) 5000 euro per il rinnovo del parco bici elettriche.
5) 33.500 euro per l’adeguamento degli impianti di illuminazione
6) 8000 euro per la messa in sicurezza del palco e delle quinte del teatro Fassino.

Tra gli storni, Archinà elenca i 9000 euro per la manutenzione ordinaria del municipio e 1000 euro per acquisto di materiali per le manutenzioni stabili.

Per quanto riguarda le implementazioni dei fondi nei vari settori di spesa:
1) 7000 euro andranno per la manutenzione del cimitero.
2) 7200 euro per le attività sportive (provenienti dai fondi sulle politiche di accoglienza migranti)
3) 27.500 euro per l’assistenza scolastica ai disabili e per la gestione delle criticità legate ai portatori di handicap nell’ambito dei centri estivi. La quota è stata aumentata per i primi tre mesi di scuola, per sopperire alle mancanze di trasferimento fondi da enti superiori al Comune.

Tra le altre note di spesa, c’è l’acquisto di nuovi composter per la raccolta rifiuti con un investimento di 15mila euro. Tutto questo avviene mediante la riduzione delle spese stanziate (circa 17.000 euro) per supporto ufficio Tari, con incarico ad Acsel. Il Comune spenderà anche 4200 euro per la manutenzione di un mezzo dei vigili del fuoco.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.