AVIGLIANA, GLI STUDENTI INCONTRANO VALENTINA PER PARLARE DELLA DISABILITÀ

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

AVIGLIANA – Nella giornata di oggi, giovedì 5 dicembre, si è tenuto un importante incontro finalizzato sull’approfondimento e la conoscenza delle disabilità attraverso dei filmati e delle esperienze dirette. L’evento si è tenuto al Teatro Fassino con le classi di terza, quarta e quinta dell’Istituto Comprensivo di Avigliana.

L’evento è a cura di Bionic People, un’associazione composta da persone con diverse tipologie di disabilità che hanno deciso di mettersi in gioco e raccontarsi. L’obiettivo è quello di far cambiare l’idea che molti hanno sulla disabilità, sul cosa si può e non si può fare dopo un incidente di percorso nella propria vita. Tutti i protagonisti di questa iniziativa hanno qualcosa da raccontare e condividere cercando di dare la forza di reagire e non arrendersi mai a chi legge o ascolta.

L’idea è venuta al torinese Alessandro Ossola, 31 anni, vittima di un grave incidente stradale nel 2015, nel quale perse la giovane moglie. Ma oltre a questo terribile lutto, Alessandro ha dovuto affrontare anche il dramma di aver perso la gamba sinistra. A dare ad Alessandro una spinta a reagire è stata anche Valentina Acciardi, pure lei torinese e pure lei vittima di un incidente in cui ha perso il braccio sinistro. È accaduto 14 anni fa.

Racconta Valentina: “Finimmo con l’automobile in un burrone. Quell’ambiente ha provocato una infezione al braccio e i medici non hanno potuto fare altro che amputarlo“. Eppure anche per lei c’è stata una vita oltre la protesi. Ha portato la sua storia al popolare reality show “Grande Fratello”, l’ha scritta in un libro intitolato “Mi riprendo la vita con una mano sola” edito da Mondadori ed è diventata una “bionic model”, come si autodefinisce, protagonista di book ed eventi.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Orgogliosamente mamma di Valentina Acciardi, una piccola correzione: mia figlia nell’incidente aveva perso il braccio destro, non sinistro. Potrebbe sembrare un dettaglio, oggi, ma 16 anni fa non lo era stato per niente. L’errore cmq non è della redazione di Valsusaoggi, ma della pagina fb del gruppo Bionic People. Ragazzi fantastici…grazie per il vostro impegno nel volontariato, un’abbraccio!

  2. Persone coraggiose e toste,esprimo il mio massimo apprezzamento per chi ha saputo reagire alle avversità,spesso crudeli,della vita.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.