CHIOMONTE, MASCHERINA OBBLIGATORIA QUANDO SI ESCE DI CASA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

CHIOMONTE – Il sindaco di Chiomonte Roberto Garbati ha pubblicato l’ordinanza per far indossare le mascherine (dispositivi di protezione individuale) e “analoghi sistemi che abbiano le stesse finalità” a chiunque si trovi in area pubblica o ad uso pubblico dove sono presenti altre persone. “E soprattutto in occasione di acquisti – scrive il sindaco nell’ordinanza – presso esercizi pubblici e in occasione dei mercati ambulanti”.

Tale decisione è stata presa dopo che il Comune ha distribuito le mascherine a tutti gli abitanti di Chiomonte “che si sono potuti rintracciare nelle rispettive case”.

Sempre nell’ordinanza viene specificato che la mascherina devono usarla i commercianti e “di non usare gli stessi guanti in occasione di maneggio di soldi, buoni o carte di credito”.

L’ordinanza sarà valida almeno fino al 4 maggio, salvo proroghe.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

12 COMMENTI

  1. Bravo Chiomonte, sempre all’avanguardia.
    Ora attendiamo il coprifuoco dopo il tramonto, peccato per il Sindaco che si stia andando verso il solstizio.

    • Il Sindaco ha fatto benissimo… se dal 04 maggio non impareremo TUTTI ad uscire con le mascherine solo per le uscite necessarie e a mantenere le distanze almeno per 4 mesi consecutivi, ci saranno altre ondate di malattia peggiori di questa, lo insegna l’influenza spagnola…dunque per chi pensa sia uno scherzo, c’è da piangere, non da ridere, e chi non osserverà queste misure metterà in pericolo la vita propria e altrui…io vorrei che il governo ci facesse uscire di casa tutti con l’app obbligatoria come in Corea, in Cina etc… perchè piuttosto che rischiare di morire per gli incoscienti che usciranno anche se malati, preferisco rinunciare alla famosa privacy, tanto non ho nulla da nascondere, per i posti in cui vado, sopratutto adesso, al massimo tracceranno che sono andata a fare la spesa… ma chi pensa che il 4 maggio sia una specie di festa della liberazione sbaglia di grosso… per dichiarare sconfitta Ebola hanno aspettato due cicli di contagio, cioè se non sbaglio 42 giorni, più altri 90 giorni di sicurezza… quindi fatevi due conti… supponendo che un ciclo di incubazione del covid 19 sia di 15 giorni, due cicli fanno 30 giorni più 90 giorni, per un totale di 120 giorni in cui si deve continuare ad uscire di casa solo per cose ESSENZIALI tipo lavoro e fare la spesa e andare in farmacia, per il resto si sta a CASA… contando 120 giorni dal 04 maggio si va a finire a inizio settembre… e il conteggio dovrebbe partire da quando non ci sono più contagi, quindi ben dopo il 04 maggio, altro che chi vuole fare il furbo e andare in giro a fare rischiare la pelle ai più deboli, anziani, immunodepressi, pazienti oncologici, etc… mettetevi una mano sulla coscienza, non li avete visti i camion militari portare via le bare da Bergamo??

  2. Ma se sono 4 gatti a Chiomonte, e negozi se c’è ne sono 2 e già tanto.non e che abbiano fatto fatica a distribuire le mascherine.

  3. Eheheheh voglio vederli andare nelle adorate vigne con la mascherina , poi non c’è da preoccuparsi per i trasgressori mi domando chi eleverà eventuali contravvenzioni all’ordinanza vista la mancanza di un civic oramai da anni

  4. Approvo completamente, è da fare in tutta Italia per qualche mese, se no ci saranno altre ondate peggiori della precedente…. e c’è poco da ridere, per chi la prende sullo scherzo, chi ha perso i familiari nella malattia non ride, piange….

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.