CORONAVIRUS, IL PIEMONTE ZONA ARANCIONE DA DOMENICA 17: I DIVIETI E LA NUOVA ORDINANZA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

COMUNICATO DELLA REGIONE PIEMONTE

L’ordinanza firmata in queste ore dal ministro della Salute, Roberto Speranza, dispone che a partire da domenica 17 gennaio il Piemonte sarà in Zona Arancione.

«I dati della nostra regione – spiega il presidente Alberto Cirio – ci collocano in zona arancione come conseguenza delle nuove misure più restrittive adottate a livello nazionale per l’incremento della circolazione del virus che si sta registrando in tutta Italia ed Europa. Tuttavia è importante segnalare che la pressione ospedaliera, pur restando significativa, continua progressivamente ad alleggerirsi grazie agli sforzi virtuosi che il Piemonte ha saputo fare nelle scorse settimane. So che questo è un nuovo sacrificio per tutti ed è la ragione per cui ho chiesto al Governo che i ristori previsti per le categorie chiuse siano certi e immediati. Mi riferisco in particolare al mondo dello sci, ristoranti e bar. Su questi ultimi mi auguro che da Roma rivedano la scelta di bloccare l’asporto a partire dalle 18, perché come ho segnalato in Conferenza delle Regioni è una decisione solo punitiva che risulta poco comprensibile. Per quanto riguarda la scuola, come previsto dal Comitato tecnico scientifico nazionale e dal Governo, da lunedì anche le scuole superiori potranno ripartire in presenza seppur al 50%. Questo anche grazie al Piano Scuola sicura che la Regione ha messo in campo e ad un enorme lavoro fatto con i prefetti, i territori e il mondo scolastico e dei trasporti per garantire la ripresa in sicurezza. Ma non abbasseremo la guardia e monitoreremo la situazione a scuola ogni giorno, per intercettare subito eventuali criticità ed intervenire in modo immediato con misure più restrittive se la situazione epidemiologica dovesse renderlo necessario».

Queste le principali misure in vigore in Piemonte in Zona Arancione

SCUOLA

Didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie.

Didattica in presenza per le scuole superiori al 50%.

SPOSTAMENTI

Sì agli spostamenti all’interno del proprio Comune senza autocertificazione, che si raccomanda però di evitare se non necessari.

Vietato spostarsi sia dal proprio Comune che in entrata e in uscita da una Regione all’altra, salvo che per lavoro, studio, salute o necessità.

Consentiti gli spostamenti dai Comuni con meno di 5000 abitanti per una distanza non superiore ai 30 km, ma non verso i capoluoghi di provincia.

Consentita la visita a parenti e amici, solo all’interno del proprio Comune e nel limite di due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Vietato circolare dalle ore 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute.

ATTIVITÀ MOTORIA

Consentita l’attività motoria nei pressi della propria abitazione e l’attività sportiva all’aperto, ma solo in forma individuale.

Aperti i centri sportivi, mentre sono chiusi impianti sciistici, piscine e palestre.

ATTIVITÀ COMMERCIALI

Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto è consentito fino alle ore 18 per i bar, fino alle ore 22 per i ristoranti, mentre è sempre permessa la consegna a domicilio.

Apertura dei negozi al dettaglio e chiusura nel weekend dei centri commerciali (ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, fiorai, tabaccherie, edicole e librerie presenti al loro interno).

Apertura dei parrucchieri e dei centri estetici.

Apertura dei mercati anche extra-alimentari.

Sospensione delle attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

CULTURA

Chiusura di musei e mostre, teatri e cinema.

LA NUOVA ORDINANZA DELLA REGIONE PIEMONTE

DD.P.G.R. 5 e 6

Nessuna descrizione della foto disponibile.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

21 COMMENTI

  1. Siamo veramente all esasperazione, non siamo più in grado fra non molto di portare in tavola un pezzo di pane per le nostre famiglie, non è giusto vedere i negozi aperti e impianti sciistici chiusi, palestre, bar e ristoranti chiusi, sempre chiusi e sempre più aperti i vari negozi di abbigliamento, profumerie, calzature, ecc..aperti con le varie norme da seguire che li non esistono e non fanno rispettare. Ma ci stanno prendendo in giro, ragazzi, e poi c’è l hanno con i ragazzi, con i ristoranti, con le palestre, ma suvvia ragioniamo un momento facciamo funzionare il cervello…..

  2. Ricomincia, anzi continua la pagliacciata. I contagi aumentano di pari passo con i lockdown, le mascherine i gel e tutto il resto. Dopo il lockdon di primavera e l`estate scorsa con le riapertura e tutti più liberi di muoversi i contagiati erano drasticamente diminuiti. Poi si è ripreso a chiudere tutto e i contagi (sempre che siano tutti veri) sono ricominciati. Zone rosse e chiusure sono servite a poco o niente…è la dimostrazione che se ci avessero lasciato continuare a vivere normalmente, ci saremmo già lasciati alle spalle l’influenza di Regime…ah, già, questo non è possibile! Il virus eterno serve a tenere sottomesso il popolino boccalone!

  3. Si,esatto….. ci stanno proprio prendendo in giro, SVEGLIAMOCI perche mi sto accorgendo che stanno tutti impazzendo!!!!!!Non si può andare avanti così…Vi ricordo che un giorno,vicino peraltro,tutti dovremo rendere conto al GIUSTO e unico GIUDICE, DIO……Ma molti lo hanno dimenticato,o non credono….

  4. Cirio fai una cosa giusta ed è in tu potere farla , dai i vaccini ai medici di base che possono inocularli ai loro pazienti di cui conoscono le patologie e vedrai che in due mesi siamo tutti immunizzati . Sveglia Cirio

  5. Il governo, in forte crisi, riesce comunque a varare provvedimenti limitanti la libertà di spostamento è la libertà di lavorare. Piemonte in arancione grazie alla riduzione dei valori di soglia. E il confinamento purtroppo prosegue.

    • Piemonte in arancione grazie al me ne frego dei cittadini.Me ne frego ha un costo in tutti i sensi, peccato non siano solo i me ne frego a pagare.

  6. ANSA : 22 morti post vaccino. Ma dicono non siano casi preoccupanti
    AH AH AH, certo che non sono preoccupanti perche’ a morire sono gli altri.Ma se capitasse a chi lo ha detto vorrei vedere se non sarebbe una preoccupazione.CHE SCHIFO!

    • Ma ancora non sei stufa di scrivere stupidaggini? La tua soluzione quale sarebbe, 500 o più morti al giorno? Lockdown eterno o cos’altro?
      Ma va a fare qualcosa di più costruttivo e lasciaci in pace.

  7. ‘Una testa grande come na casa’ ci han fatto col vaccino, poi l’ azienda ritardera’ a spedire la dose….e tutti in pensiero per il vaccino….lo devo fare lo devo fare.
    Ma che cavolo volete fare ,non vedete che ci prendono per il lato B? E fosse solo la presa in giro, il più e’ cio’ che accade nel campo sociale economico. E gli altri hanno messo le dosi in un frigo non adatto , cosi’ dosi vaccino addio! In ospedale! Proprio quelli che vogliono aiuti, andiamo bene!Un errore??? Per carita’ , speriam non ce ne sia un terzo oltre al primo dell’ assenza uso mascherina.

    • ‘Una testa grande come na casa’ ce l’hai fatto tu con le sciocchezze che scrive; vada a lavorare o studiare, come preferisce, sempre meglio che usare le dita per scrivere un fiume di insulsaggini.

      • Ogni persona e’ libera di dire cio’ che pensa e se sono in tanti a pensarla così non ti devi arrabbiare , perche’ ti scoppia il fegato e per cosa? Per non avere capito dopo avere studiato che nella testa non le e’ entrato il rispetto per le opinioni degli altri.Caro /a la pensano ovunque così e lo vede dai post che mi arrivano.Comunque sia lei sa qlcosa degli ospedali o PS che fanno in Veneto.Perche qlcosa che non posso scrivere la so e starebbe solo male nel conoscerla.Se dico delle cose spesso non sono solo pensieri e lo dico perche’ lo so..

      • Ma una del genere, ancora sta a leggerla. Io dopo la seconda parola passo oltre, quindi la ignori e tutti staremo meglio. Troppe bufale in giro…

  8. Certo che un vaccino non credo si possa fare in così breve tempo e lo dicono vari medici, virologi ecc.. Informarsi a fondo sulla cosa, sarebbe un nostro diritto, poi ognuno faccia un po’ come crede certo che non è bello rimanere chiusi per un anno, confinati in casa propria, agli arresti domiciliari si potrebbe dire. Intanto rimangono chiusi bar, ristoranti dove ci sono comunque famiglie che devono mangiare tutti i giorni, e poi tutti gli altri aperti e potremmo dire, aperti alla grande, perché ciò che è sotto gli occhi di tutti non si può negare. Edicole, tabaccai, abbigliamento, calzature mercerie, A P E R T I. ma Cirio ti stai rendendo conto che avresti dovuto a Roma farti sentire??? Almeno Fontana ha cercato di prendere le difese del lavoro della sua regione, intanto tutti si muovono dalle varie regioni, rosse, arancioni ecc. Ma è così che pensate di debellare la pandemia??? Con i negozi di tutte le tipologie aperti e bar e ristoranti chiusi??? Con la gente che va tranquillamente nella seconda casa anche se è fuori regione ma veramente siete tutti fulminato, scusateci se ve lo diciamo, ma siete inconcludenti, non finirà mai più con apri e chiudi e chiudi apri. Sarà comunque l immunità di gregge a porre fine oppure si chiude tutto e si lasciano SOLAMENTE aperti i generi di prima necessità, naturalmente contingentatiMa quando ogni santissimo giorno si sente che il vaccino sta facendo danni e qualcuno muore, non sarebbe stato il caso di studiarlo? meglio questo vaccino? E poi così lo dicono gli esperti andava o chiuso tutto in questa maniera con tanti vacanzieri allegramente in giro tutto il giorno, ma dove si vuole andare a parare???

  9. Siamo arcistufi di fare i sacrifici anche perché sono sempre gli stessi cretini a farli. È ora di finirla e di prendere decisioni un po’ più assennate, non stai a casa, non lavorare, non qui e non la. Dobbiamo avere il diritto di poter vivere, perché è giusto che così deve essere, i lavoratori sono comunque in sicurezza, mascherine, gel, distanziamento, ecc e poi ancora ecc. ADESSO È ORA DI FINIRLA, CI STATE PRENDENDO IN GIRO!!

  10. Ma un filtro alle cavolate (e mi sono trattenuto) non si possono mettere? Va bene dire la propria opinione, ma scrivere falsità senza fondamento; tra no-vax, no-mask, terrapiattisti, minimalisti e chi più ne ha più ne metta, non se ne viene fuori… Spero che con la fine della pandemia, finiscano anche le maree di stupidaggini che si dicono e si scrivono, ma mi sto illudendo… il virus dell’ inbecill. continuerà a diffondersi.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.