CORONAVIRUS, IN BASSA VALSUSA RIMANGONO APERTI I MERCATI DI GENERI ALIMENTARI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UNIONE MONTANA VALLE SUSA

BUSSOLENO – L’Unione Montana Valle Susa anche in questo periodo di emergenza sanitaria del Covid-19, continua la sua piena operatività. Continua anche e, anzi, si intensifica la rete dei sindaci per affrontare l’emergenza nel modo più coordinato e condiviso possibile.

Un’azione indispensabile per evitare confusione nella popolazione toccata dalle disposizioni relative all’imperativo del “Restate a casa ed Evitare i contatti”. È di ieri sera il nuovo inasprimento delle misure di contenimento del contagio così come evidenziato dall’Ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza.

Anche in bassa Val di Susa ed in Val Cenischia si è quindi dato applicazione alle norme. Ma i Sindaci hanno condiviso alcune azioni comuni che il Presidente dell’Unione Montana Pacifico Banchieri va a riassumere: “Dopo l’uscita dell’Ordinanza del Ministro Speranza, tramite il canale di whatsapp che ci siamo dati per le comunicazioni tra sindaci, al fine ovviamente di evitare riunioni e incontri, abbiamo concordato alcune azioni da applicare già dalla giornata di oggi sul territorio dei nostri Comuni. Innanzitutto anche da noi resteranno chiusi i parchi, i giardini pubblici ed i parchi giochi, oltre alle piastre polivalenti. Abbiamo poi concordato di mantenere aperti i mercati di generi alimentari, con tutto il rispetto delle distanze e dei dispositivi di protezione, per evitare ulteriori assembramenti presso i centri commerciali per l’approvvigionamento principalmente di frutta e verdura. Al momento abbiamo invece deciso di non procedere con la chiusura dei cimiteri. Restano ovviamente esecutive tutte le disposizioni contenute nel Decreto, come la limitazione dell’attività motoria in prossimità dell’abitazione, la chiusura dei bar anche nelle aree di servizio e soprattutto lo spostamento verso abitazioni diverse da quella principale. Anche dai Sindaci della Valle di Susa rinnoviamo il concetto di Restare a casa ed Evitare i contatti che è l’unica misura per superare l’emergenza tutti assieme nel periodo più breve possibile, E anche dai Sindaci della Val di Susa il grazie a tutti gli operatori sanitari e a chi in questi giorni difficili sta lavorando ai servizi indispensabili per far funzionare il sistema Italia, ed un grazie anche a tutto il mondo del volontariato che è in prima fila come sempre nelle emergenze”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

  1. Perchè i cimiteri aperti? Si puo pregare i propri cari anche da casa.
    Rimane una scusa in più per uscire da casa. Io abito a borgone , ho un genitore a sussa, allora vado tutti i giorni a susa a pregare!! Smettiamola, Chiudeteli!!

  2. Il giorno 19 marzo 2020 ho mandato una email al Comune di Bruzolo invitandolo, specialmente in questo periodo, a fare pulire le strade e sopratutto i cassonetti dell’immondizia specialmente quelli dell’organico perchè ultrasporchi e unti dove tutti sono costretti a poggiare le mani ma ad oggi nessuna risposta e nessun intervento. SI TRATTA DELLA NOSTRA SALUTE SPECIALMENTE IN QUESTO PERIODO DOVE É INDISPENSABILE LA PULIZIA.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.