DROGA, ARRESTATO GIOVANE SPACCIATORE DI SUSA A TORINO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  
I Carabinieri, nell’ambito di un servizio coordinato finalizzato al controllo del territorio volto a prevenire fenomeni di criminalità diffusa a Torino, hanno arrestato il 30 agosto E.H., nigeriano di 24 anni, residente a Susa per spaccio di sostanze stupefacenti nei confronti di un italiano di 36 anni di Torino (acquirente). I militari hanno anche sequestrato 10 grammi di marijuana ed una banconota da 10 euro. Nell’ambito del servizio i Carabinieri della Compagnia hanno anche denunciato sei persone:
R.C. di 34 anni per evasione dalla detenzione domiciliare presso la propria abitazione.
B.N. tunisino, residente a Torino per ricettazione che, a seguito di un controllo alla circolazione stradale, veniva fermato in corso toscana angolo via Forlì alla guida del proprio autocarro nel quale venivano rinvenuti, ed occultati da telo, un ciclomotore provento di furto denunciato rubato il 10 agosto 2015 ; una bicicletta, denunciata rubata in data 31 ottobre 2014; ulteriori sei biciclette di dubbia provenienza, preventivamente poste sotto sequestro.
H.F. Colombiano di 39 anni, residente a Torino denunciato poiché da una perquisizione domiciliare presso la sua abitazione venivano rinvenute e sequestrate due piante di marijuana di altezza mt. 1,20 circa;
F.V. 20 anni di Torino resosi responsabile del reato di detenzione illecita sostanza stupefacente in quanto trovato in possesso di 12 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish.
M.O. marocchino di 33 anni, in Italia senza fissa dimora, denunciato per spaccio di sostanza stupefacente che ha ceduto 2 grammi di sostanza stupefacente tipo “hashish nei confronti di un rumeno di 28 anni residente a Torino.

L.R. 28 anni di Torino per il reato di furto aggravato e possesso ingiustificato chiavi alterate o grimaldelli, per aver asportato presso esercizio commerciale “game 7 athletics” dei capi di abbigliamento per un valore complessivo di euro 113,50 dopo aver tolto placche antitaccheggio con un cacciavite. La merce è poi stata restituita all’avente diritto.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.