FOTO / GIRO D’ITALIA: AL COLLE DELLE FINESTRE I CANTONIERI RIMUOVONO LA NEVE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DALLA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

MEANA DI SUSA – Sono iniziate le operazioni dei tecnici del Servizio Viabilità della Città metropolitana di Torino per preparare il tratto di alta montagna della Strada Provinciale 172 del Colle delle Finestre al passaggio della carovana del Giro d’Italia venerdì 25 maggio, in occasione della tappa Venaria Reale- Bardonecchia Jafferau.

Attualmente a circa 1,5 km dal Colletto – dove inizia il tratto sterrato – i cantonieri hanno incontrato due slavine che interessavano la Provinciale 172 in quattro punti. È previsto che entro venerdì 27 aprile uomini e mezzi della Città Metropolitana raggiungano la località Margaria, a 5 km dal Colle. Dalla Margaria in avanti sono segnalate altre tre slavine, che dovranno essere tagliate dai mezzi. “I cantonieri e gli operatori dei mezzi meccanici sono persone ad elevata professionalità e di provata esperienza – sottolinea il consigliere metropolitano Antonino Iaria, delegato ai lavori pubblici – in casi come questi, gli operatori sono dotati di apparecchi Arva, per garantire loro di operare nella massima sicurezza”.

Sul posto sono al lavoro i cantonieri del Circolo di Susa e alcuni operatori del Centro mezzi meccanici con una pala gommata e una fresa integrale con mezzo di supporto. Dall’inizio di maggio è previsto che sul versante della Val Chisone, in località Pian dell’Alpe di Usseaux, entri in funzione un’altra fresa.

Meteo permettendo, entro la prima decade del prossimo mese la Strada Provinciale 172 dovrebbe essere interamente liberata dalla neve, per consentire l’inizio delle operazioni di preparazione dello sterrato, con il trasporto di nuovo materiale stabilizzato anidro fine, il trattamento con la macchina “grader” che fresa e livella il terreno e la rullatura finale del piano stradale.

Venerdì 25 maggio i corridori, provenienti da Venaria Reale e diretti a Bardonecchia, transiteranno ai 2178 metri del colleche mette in comunicazione la Valsusa con la Val Chisone, dopo aver affrontato la salita del Colle del Lys dal versante di Viù. Una volta “scollinati” al Colle delle Finestre, i ciclisti affronteranno la discesa verso il Pian dell’Alpe ed Usseaux, che precederà la penultima salita, verso il Colle del Sestriere. Dopo la discesa a Cesana Torinese, la carovana rosa proseguirà verso Oulx e Bardonecchia, per poi salire sino ai 1900 metri del traguardo del Jafferau.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

7 COMMENTI

    • Quando fanno la manutenzione, tempo 2 settimane dal passaggio del giro, le strade di montagna fanno di nuovo schifo, grazie alle moto e ai fuoristrada che fanno i pazzi e le scavano di nuovo tutte…. il lavoro andrebbe fatto annualmente, ma poi chi viaggia dovrebbe anche rispettarlo andando piano e non danneggiandolo…

      • Concordo sul fatto che le moto e i fuoristrada sgommando sullo sterrato, in capo ad alcune settimane rovinano il fondo stradale preparato per passaggio del Giro. Perché allora non completare il manto stradale con asfalto dal Colletto sino al Colle delle Finestre similmente a quanto già fatto sul lato Val Chisone.
        In alternativa chiudere al traffico motorizzato l’accesso al Colle dalla Val Susa.

  1. Il transito al colle delle finestre dovrebbe essere interdetto a tutti i mezzi a motore, naturalmente esclusi i residenti ed i lavoratori. Siamo o no in un parco! Non è possibile che durante il periodo estivo si incontrino moto auto quad e tutti i tipi di inquinatori e distruttori. E’ un patrimonio della val di susa.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.