FOTO / VALSUSA, NONNA PIERA E LA TRANSUMANZA DI CONDOVE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

FOTO E TESTO DI CLAUDIA LO STIMOLO

CONDOVE – “Il muso delle vacche non mi stanco mai di guardarlo. Mi fa pensare a qualcosa di buono, di fatto bene”. Scrive così Franco Arminio nella sua poesia “Versetti della transumanza”, antica tradizione durante la quale i pastori guidano i loro greggi verso i pascoli montani.

Usanze portate avanti dagli anziani delle nostre valli che, anno dopo anno, tramandano il loro sapere alle nuove generazioni. Tradizioni e abitudini alle quali ci riferiamo ancora oggi e che rappresentano l’eredità del passato.

Un sabato mattina di maggio la nonna Piera, accompagnata dai figli e i nipoti, come ogni anno sale su in valle, verso l’Alpeggio la Giulianera. Ormai la fatica che comporta questo tragitto la costringe ad essere accompagnata in macchina, mentre sono i suoi eredi a condurre le vacche per la strada che da Condove arriva fino alla piccola baita in pietra, dove la signora Piera passerà i prossimo mesi nella tranquillità dei pascoli, dedicandosi con cura e dedizione ai suoi animali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.