GIAVENO OMAGGIA IL GRANDE POGOLOTTI: SABATO SI INAUGURA LA MOSTRA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

GIAVENO – Un sabato incentrato su Cuba il 7 maggio a Giaveno. Alle 17.30, nei locali di Villa Favori- ta, sarà inaugurata la mostra “Al di qua e al di là dell’Oceano” dedicata alla figura e all’opera del giavenese Domenico Pogolotti, detto “Dino”, figura intraprendente e dalle molte sfaccetta- ture.
Un emigrante piemontese, un personaggio, Dino Pogolotti, mecenate e avventuriero, stan- do alle parole del figlio Marcelo, artefice nel 1910 della costruzione di quasi 1000 abitazioni destinate ai lavoratori cubani dell’Avana con teatro, panetteria e altri servizi per un vero e pro- prio quartiere, un “barrio”, successivamente denominato dagli abitanti in onore del costruttore “barrio Pogolotti”.
L’esposizione sarà visitabile ad ingresso libero dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 di dome- nica 8, sabato 14 e domenica 15 maggio.

La presentazione a Giaveno dell’esposizione, curata dalla dott.ssa Alessandra Maritano, ri- cercatrice e studiosa della storia dell’emigrazione per il Museo Regionale dell’Emigrazione Piemontesi nel Mondo, è già allestita in passato presso il Museo a Frossasco e a Collegno presso il Villaggio Leumann, nonché illustrata in diversi incontri, è stata voluta come primo intervento nella vita culturale cittadina dal nascente Circolo Giaveno – Val Sangone “Dino Pogolotti” d’intesa e con la collaborazione dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia – Cuba Coordinamento Regionale Piemonte e l’Amministrazione Comunale con l’adesione del Sindaco Carlo Giacone e dell’Assessorato alla Scuola e alla Cultura con l’Assessore Anna Ca- taldo e il Consigliere Comunale delegato alla Cultura Edoardo Favaron.

Nella stessa giornata di sabato 7 maggio al termine del taglio del nastro della mostra in via Umberto I n. 13 verrà inaugurata la sezione giavenese dell’Associazione Nazionale di Amici- zia Italia – Cuba.
L’amministrazione comunale porterà un saluto con gli interventi del Sindaco Carlo Giaco- ne e del Consigliere Comunale delegato alla Cultura Edoardo Favaron. Oltre alle autorità del Comune, sarà ospite per salutare le due iniziative una delegazione cubana composta da Euge- nio Suárez Pérez, direttore dell’Oficina de Asuntos Históricos del Consejo de Estado, ufficio incaricato della conservazione e della restaurazione della documentazione storica della Rivo- luzione cubana; Acela Caner Román, membro del Comité Ejecutivo Municipal del Poder Po- pular del municipio di Marianao all’Avana, nonché firmataria per parte cubana del progetto di cooperazione con l’Italia incentrato sulla figura del giavenese “Sinergia in Pogolotti”; Lesbia Vent Dumois, professoressa di Arte e membro del del Consejo Técnico Asesor del Consejo de las Artes Plásticas y del Consejo Editorial de la Revista Arte Cubano. La mostra sarà illustrata da Alessandra Maritano.
In rappresentanza dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia – Cuba, una realtà nata all’indomani dell’invasione alla “Baia dei Porci” nel ’61 e che vanta più di 50 circoli attivi in Italia, sarà presente il Presidente Nazionale Sergio Marinoni insieme al Coordinatore regiona- le del Piemonte Piercarlo Porporato.

“È motivo di grande interesse per l’Amministrazione poter far conoscere e far riscoprire al pubblico con questa iniziativa, la vicenda umana e professionale di Domenico Pogolotti, e con essa il contesto storico e sociale di fine Ottocento e dei primi anni del Novecento, al di qua e al di là dell’oceano – evidenzia il Sindaco Carlo Giacone – Un’opportunità stimolante per co- gliere le capacità e le intuizioni praticate da un piemontese, da un giavenese nella lontana iso- la caraibica e cogliere anche l’attualità del cambiamento che sta interessando quel Paese”.
“Sono fiero di proporre una mostra che vuole essere un tributo a un giavenese che ha fatto la differenza e, allo stesso tempo, un’occasione per far conoscere la sua storia a tutti i nostri concittadini e alle giovani generazioni – specifica il Consigliere alla Cultura Edoardo Favaron – Anticipo che questa sarà soltanto la prima di una serie di iniziative culturali incentrate sulla figura di Dino Pogolotti, che merita il giusto approfondimento e, per l’importanza storica e sociale rivestita, una doverosa considerazione istituzionale”.
“Diversi gli attori patrocinanti che hanno partecipato all’iniziativa e a cui vanno i ringrazia- menti – sottolineano i promotori dall’Associazione Italia – Cuba Coordinamento regionale – la Città di Giaveno, tramite l’Assessorato alla Cultura; il Museo Regionale dell’Emigrazione Piemontesi nel Mondo con il suo Presidente Giorgio D’Aleo; l’Associazione Italia – Cuba Coordinamento regionale; la curatrice della mostra, il Circolo Italia – Cuba “Valle Susa” e il gruppo culturale “Il Laboratorio”. Mentre il Circolo “El Colonial Mantilla”, ispirato anch’esso alla cultura cubana, ha collaborato sotto diversi aspetti all’evento, rendendo disponibile i locali in via Umberto I”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.