GIAVENO, SI MASTURBA AL PARCO DAVANTI AI BAMBINI: DENUNCIATO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

dalla CITTÀ DI GIAVENO

GIAVENO – È stato deferito all’autorità giudiziaria per il reato di “Atti osceni in luogo pubblico in area frequentata da minorenni” l’uomo che nelle scorse settimane aveva fatto scattare l’allarme tra le mamme degli alunni della scuola elementare Monti. Al Comando della Polizia Locale, infatti, erano arrivate segnalazioni di un giovane che in prossimità del parco e delle scuole di Ponte Pietra si masturbava nelle vicinanze dei bambini. Ovviamente i genitori in apprensione hanno chiesto aiuto alla Polizia Locale, che hanno eseguito degli appostamenti in borghese per le opportune verifiche. Mercoledì 23 novembre, autorizzata dalla Procura in base alle prime rilevazioni degli agenti giavenesi, si è svolta la perquisizione personale e poi domiciliare; l’uomo è residente in un altro comune della valle. In particolare è stato sequestrato il telefono per verificare che non vi fossero fotografie pedopornografiche. “Ringrazio il Comandante Gianni Franchino per questa operazione che dimostra ancora una volta che il Comando di Polizia Locale è composto da personale attento e scrupoloso, in grado di portare avanti indagini e operazioni complesse, a salvaguardia della cittadinanza – afferma il Vicesindaco Stefano Olocco – Basti pensare anche a un’altra operazione recente, in cui sono stati individuati e segnalati minorenni che entravano in una casa semiabbandonata in borgata Buffa e che erano in possesso di sostanze stupefacenti. Inoltre, domenica 27 il Comando ha partecipato alla Giornata della Protezione Civile mostrando i mezzi in dotazione, quali l’etilometro, l’autovelox e i droni. Una polizia in versione moderna, sempre più attenta al territorio, che ringraziamo per la sua preziosa opera”. La Dirigente Scolastica, dottoressa Enrica Bosio, precisa che: “La scuola non era a conoscenza di questa situazione, in quanto i fatti sono accaduti in tarda serata. La Dirigente ringrazia le Forze dell’ordine per il celere intervento”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

6 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.