I CANI DA VALANGA SI ADDESTRANO IN VALLE STRETTA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dalla SQUADRA VOLONTARI AIB DI SANT’ ANTONINO

BARDONECCHIA – Si terrà nei giorni 23, 24, e 25 febbraio il secondo stage di addestramento per unità cinofile da valanga e battitori. L’esercitazione è organizzata dal 1^ Nucleo Protezione Civile dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Ivrea e vede la partecipazione di membri della Commissione di Protezione Civile del Vol.To, una realtà composta da una ventina di associazioni della provincia di Torino che ormai da 10 anni svolge un percorso di collaborazione e formazione in svariati ambiti della protezione civile.

Visto il grande successo dello scorso anno, si registra anche per l’edizione 2018 l’adesione di diversi volontari provenienti da diverse specialità abituate ad operare in montagna, spesso in condizioni avverse.

Il corso è indirizzato a quelle persone che spesso, trovandosi in montagna, a seguito di imprevisti o situazioni di emergenza, si trovano costrette a rischiare la propria vita nel tentativo di salvarne altre e si svolgerà in località Valle Stretta tra Bardonecchia e Nevache, nei giorni 23, 24 e 25 febbraio.

Allo stage parteciperanno circa 25 unità cinofile del Nucleo Protezione Civile
dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, dieci tra istruttori, figuranti e battitori degli A.I.B. di S. Antonino e dell’A.F.P. delegazione COM Val Susa, con sede a Villarfocchiardo.

In preparazione dell’esercitazione, ieri sera, lunedì 19 febbraio, si è tenuta un’anticipazione dell’evento con la parte teorica sull’impiego dei cani da valanga (selezione, alimentazione, gestione), nonché dei battitori, anche in considerazione delle attuali condizioni di innevamento e del rischio valanga sugli scenari che vedranno protagonisti volontari e quadrupedi il prossimo week end. L’evento è stato introdotto dall’Ispettore Capo della Polizia di Stato Franco Muccione, responsabile della Squadra Cinofili della Questura di Torino e Presidente del Nucleo Protezione Civile dell’A.N.P.S. di Ivrea, organizzatore dell’evento, nonché da Stefano Lergo coordinatore della Commissione Protezione Civile di Vol.to e Caposquadra AIB di
Sant’Antonino.

L’edizione 2017 svoltasi in parte in condizioni meteorologiche avverse, a causa di una bufera di neve prolungata ed implacabile, è stata una prova impegnativa per tutti (benché effettuata in condizioni di totale sicurezza), poiché ha consentito di sperimentare cosa significhi dover stare nel mezzo di una tempesta per varie ore, senza
possibilità di cambi o di ripiegare in luoghi coperti. Un buon test che ha consentito ad alcuni volontari di affrontare in modo più consapevole e preparato le emergenze reali per l’emergenza neve di inizio 2018 registrate in alta Valle Susa.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.