LA VAL SUSA PIANGE GINO SOTTOCASA, MITICO ALLENATORE DI BASEBALL DI SANT’ANTONINO. È MORTO STANOTTE PER INFARTO: IL RICORDO DELLA FEDERAZIONE E DEL CONSIGLIERE FERRENTINO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

La Val Susa sportiva è in lutto per una morte improvvisa. Stanotte è mancato per infarto il mitico Gino Sottocasa, uno dei nomi più importanti del baseball locale e piemontese. Era allenatore della squadra dei New Panthers di Sant’Antonino.
La morte improvvisa ha lasciato un grosso dolore tra gli amici che lo conoscevano, i ragazzi che ha allenato e la famiglia.
Un lutto sentito anche dalla Fibs (Federazione Italiana Baseball Softball) piemontese. Aveva solo 67 anni Virginio “Gino” Sottocasa, che era nel mondo del baseball dagli Anni Settanta: “È sempre stato coadiuvato dalla moglie Rosanna e successivamente anche dai figli Luca e Fiorentino – spiegano dalla Federazione – Sottocasa ricopriva la carica di allenatore/preparatore del settore giovanile del New Panthers di San Antonino di Susa. Per 9 anni è inoltre stato selezionatore ed allenatore della rappresentativa Piemonte Valle D’Aosta per la categoria Ragazzi vincendo 2 medaglie d’oro consecutive ai Giochi della Gioventù e partecipando a tutti i più importanti tornei italiani. Sottocasa era molto conosciuto oltralpe avendo maturato delle significative esperienze sia in Francia che in Svizzera. Solo ieri, domenica 25 gennaio, era presente con i suoi ragazzini a Vercelli in occasione della tappa della Western League”.

Lo ricorda su Facebook anche il consigliere regionale ed ex sindaco del paese, Antonio Ferrentino: “Ci sono persone che nessuno può immaginare di perdere. Ieri era a Vercelli sul diamante a supportare i ragazzi di cui era giustamente orgoglioso, pochi giorni fa era venuto a trovarmi per mettermi al corrente delle potenzialità della società – ricorda – mi ha raccontato dei progetti per i prossimi anni, mi ha strappato (non hai dovuto faticare molto) un impegno per una cena, per parlare davanti ad un pintone di barbera dei suoi programmi pluriennali. Quando parlava dei suoi ragazzi gli occhi gli brillavano, quando parlava di Rosanna, Monica e dei suoi collaboratori era commosso!”. “E adesso caro Gino? Non posso crederci, oggi non avevo la forza di venire a salutarti,vengo più tardi o domani mattina.Non so il baseball valsusino e piemontese come farà a fare a meno del “Gino”.
L’unico impegno che so che chiederai a noi tutti sarà di continuare ad impegnarsi per i tuoi ragazzi.
Lo faremo Gino ma non sarà la stessa cosa perché la tua passione,la tua conoscenza del baseball ,il tuo originalissimo ma unico rapporto con i tuoi ragazzi nessuno e’ in grado di fare il ” Gino “.
Ciao Gino ,ovunque tu ti occuperai dei tuoi ragazzi e di quello che hai sempre definito il più bel gioco al mondo”.

Il Rosario si terrà martedì 27 gennaio all ore 20,30 presso la Chiesa di Celle, mentre i funerali si svolgeranno mercoledì 28 alle 14.30 nella stessa Chiesa.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.