LE SPECIALITÀ DI CHEF MORENO CONQUISTANO BARDONECCHIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CORINNE NOCERA (foto di DARIO GALLIONE DGWEB)

BARDONECCHIA – Un anticipo di primavera proprio sulle montagne dell’alta Valsusa, a Bardonecchia, grazie all’estro di chef Moreno e della sua cucina. Una cena speciale riproposta da “I Birichini”, che anche quest’anno non ha deluso le aspettative, ma anzi è stata ancora più apprezzata per i piatti non banali e un tema fresco e colorato.

Alla guida venerdì sera c’era il mattatore dell’alta cucina sotto la Mole, il veterano degli chef torinesi, l’ex storico patron de La Smarrita ed ora proprietario del ristorante Quo Vadis a Torino: Moreno Grossi, per tutti semplicemente Moreno.

“Le mie ricette nascono dalla bontà della natura, perché la meraviglia della cucina è racchiusa nella bellezza di un gambo di sedano”, questa sua famosa citazione è senza dubbio emblematica e fa capire tanto del suo stile: un cuoco d’altri tempi, che segue il ritmo delle stagioni e studia i menù in base a ciò che cresce nell’orto di casa sua.

Moreno sta bene ovunque: tra i fornelli a spadellare o in sala a intrattenere i clienti, in città o in montagna, tutti lo amano e rimangono sempre sorpresi dalle sue creazioni. Estro, finezza ed ingredienti semplici per una cucina indimenticabile anche venerdì sera ai Birichini: “Per l’occasione ho voluto creare un tema – ci confida chef Moreno – dato che nel mio giardino vedo già le primule spuntare, con questo menù ho anticipato la primavera anche a Bardonecchia”.

Dalla salsa d’arancia e il limone caramellato degli antipasti, ai carciofi fritti o il carpaccio di mazzancolle, accompagnati da fiori freschi, erba cipollina, zucchini e la sua inimitabile acqua di pomodoro. Moreno ricerca in ogni piatto l’essenza delle materie prime, garantendo la qualità e soprattutto calibrando alla perfezione tutti i tempi, operazione quest’ultima indispensabile per la scottata di Fassone proposta con pistacchi di Bronte e carciofi, dalla consistenza unica.

Con il dolce Moreno ci ha quasi proiettati in estate, solo la neve fuori ci ricordava di essere ancora in pieno inverno.

Esplosione di gusto dall’antipasto al dolce, coccolati e guidati alla scoperta di abbinamenti di altissimo livello: immergersi nella cucina di Moreno è senz’altro un’esperienza da provare, un crescendo di sapori appaganti alla vista e al gusto. In sequenza ecco il memorabile menù pensato da chef Moreno per la cena in quota di venerdì 9 marzo a “I Birichini” di Bardonecchia.

Gli antipasti: crostoni con pesce spada in salsa d’arancia, gnocchi con acciughe e bucce di limone caramellate, gnocchi con schegge di parmigiano, crostini di pecorino e favette, tenduy di Fassone, pan brioche con avocado e salmone, carciofi fritti. A tavola: carpaccio di mazzancolle con erba cipollina, pinoli e mini zucchini, carosello di ravioli primavera con acqua di pomodoro e olio di menta, scottata di Fassone con pistacchi di Bronte e carciofi. Dolce: gratin all’arancia e caramello. Vini: Cà del Bosco Brut Vintage, Champagne Gallimard.

Ristorante I Birichini
Località Les Arnauds – Bardonecchia (Torino)
www.ibirichini.it
Tel. 333-1581999

(Inf. pubb.)

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.