PROGETTO DI PREVENZIONE “GIOVANI CUORI”: COINVOLTI GLI STUDENTI DEL PASCAL DI GIAVENO E DEL ROSA DI SUSA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

È stato presentato ieri a Torino presso il Liceo Primo Levi il “Progetto Giovani Cuori” realizzato con il sostegno della Fondazione “Specchio dei Tempi, dall’Associazione Italiana Cuoree Rianimazione “Lorenzo Greco” nata in memoria del giovane studente dell’Istituto Agnelli che nel febbraio 2014 morì per un arresto cardiaco in classe.

Prevede lo svolgimento di una prima serie di 3000 screening ECG agli studenti delle classi II, III, IV delle dodici istituzioni Scolastiche della Scuola Secondaria di secondo grado di Torino e Città Metropolitana sulla base dell’appartenenza alla Rete Piemontese delle Scuole che promuovono salute e alla rete Europea SHE (Schools Healt Education); i primi Istituti coinvolti sono i seguenti: IIS Pascal di Giaveno, IIS Porro di Pinerolo e il Liceo N. Rosa di Susa, Liceo Classico Musicale Cavour, Liceo Copernico, Liceo Einstein, IIS Giulio, IIS P. Levi, Liceo Regina Margherita di Torino, IIS Dalmasso di Pianezza, Liceo A. Gramsci di Ivrea, IIS Majorana di Moncalieri.

Il progetto si avvale della collaborazione delle ASL TO3 e dell’Azienda Città della Salute e della Scienza: infatti a seguito degli esami di screening effettuati, i casi positivi saranno segnalati alle famiglie, con il coinvolgimento dei Medici degli ambulatori di cardiologia dell’ASL TO3 (Ospedale di Rivoli) e dell’Azienda Ospedaliera Città della Salute (diretti rispettivamente dal Dr. Ferdinando Varbella e dal Prof. Fiorenzo Gaita) dove potranno venire effettuati gli ulteriori approfondimenti diagnostici.

image

Il Progetto ha fin dall’inizio ottenuto la piena collaborazione dell’Ufficio Scolastico di Torino in particolare dell’ufficio Educazione fisica e salute attraverso il sostegno dei responsabili Renzo Suppo, Anna Maria Capra e Sara Coccolo.

I genitori di tutti gli studenti sono stati coinvolti non solo per autorizzare preventivamente gli esami ma anche per rispondere ad alcune domande riguardanti la familiarità con sindromi cardiache, altre patologie legate al cuore nonché eventuali casi di cardiomiopatia ipertrofica, cardiopatia ischemica (infarti, interventi al cuore, morti improvvise prima dei 40 anni o arresti cardiaci).

L’esame comprende anche la misurazione della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca e della circonferenza addominale, peso e l’altezza. Gli studenti compilano a loro volta un questionario sugli stili di vita che può essere utile ai fini del rilevamento elettrocardiografico.

Il progetto pilota (nelle immagini, alcuni momenti della presentazione del progetto) si concluderà a fine di questo anno scolastico ed è stato accolto con grande entusiasmo dalle Direzioni Scolastiche come dagli stessi ragazzi e dalle famiglie.

Alla presentazione ha preso parte, insieme a Marcello Segre, Presidente di Piemonte Cuore Onlus, il Direttore Generale dell’ASLTO3 Dott. Flavio Boraso che nel sottolineare il sostegno dell’ASL ha espresso soddisfazione per l’iniziativa, proponendo che il progetto venga presentato progressivamente, per la relativa adesione alle altre scuole del territorio “Si rimane sempre particolarmente colpiti dalla morte improvvisa di un giovane apparentemente sano, che nemmeno sapeva di vivere una situazione di rischio legata alla propria salute” ha dichiarato il Dott. Boraso nel suo intervento. “Riteniamo importante agire a salvaguardia della salute dei ragazzi, per evitare tragedie come quella accaduta. Per questo la nostra Azienda presta particolare attenzione ai temi della prevenzione delle malattie e della promozione della salute fra i giovani, ai quali dobbiamo insegnare uno stile di vita salutare, fondamentale per qualsiasi azione di prevenzione”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.