SUSA, DA SETTEMBRE RIVOLUZIONE NELLE SCUOLE: LE ELEMENTARI TUTTA NELLA SEDE UNICA IN CORSO COUVERT, LA MATERNA SI SPOSTA IN VIA RE COZIO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

bambini

di ARIANNA RICHIERO

SUSA – Al via l’operazione scuole: la giunta segusina ha approvato una nuova sistemazione per la scuola primaria e la scuola dell’infanzia. Dal prossimo anno scolastico ci sarà un polo unico dedicato ai giovani studenti dalla prima alla quinta elementare e una sede destinata interamente ai bambini dell’infanzia.

Attualmente la scuola di corso Couvert è destinata in parte alla primaria (sia a tempo pieno che a tempo normale) e in parte all’infanzia; mentre la scuola di via Re Cozio è riservata interamente alle classi della primaria a tempo normale (30 ore alla settimana). Dall’anno scolastico 2015/2016, visto l’incremento di allievi che hanno scelto il modulo scolastico di via Re Cozio non è stato possibile accogliere tutte le classi e così gli alunni della seconda sono stati trasferiti nell’edificio di corso Couvert, creando ovviamente disagi legati alla logistica, alla didattica e agli orari.

“Visto l’incremento del numero di allievi e di conseguenza delle classi si è rilevata l’esigenza di creare un polo unico di primaria nella sede di corso Couvert – spiega l’assessore ai lavori pubblici di Susa Luigi Beltrame – Nello stesso tempo si è deciso di ospitare la scuola dell’infanzia nell’edificio di via Re Cozio, come da originaria destinazione. In effetti quella di via Re Cozio è stata progettata e costruita come scuola materna, successivamente convertita e arredata in primaria”.
I fondi per mettere in atto l’operazione scuole provengono interamente dal bilancio comunale di Susa e, come espresso in delibera, la voce più consistente sarà la fornitura dell’arredo scolastico pari a 36 mila euro.
“Con questi spostamenti e questa nuova organizzazione intendiamo giungere ad una sistemazione funzionale delle scuole primarie e dell’infanzia presenti sul nostro territorio”: conclude Luigi Beltrame.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.