VALSUSA, ATTACCO HACKER ALLA AZIMUT YACHTS DI AVIGLIANA: I CYBERCRIMINALI “CONTI” PUBBLICANO I DATI RISERVATI DELL’AZIENDA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di FABIO TANZILLI

AVIGLIANA – La Azimut Benetti yachts sotto attacco degli hacker. Il 17 marzo l’azienda valsusina, con il quartier generale di Avigliana, ha subito un grosso attacco informatico, con il blocco dei pc degli uffici di Avigliana e Viareggio. Nei giorni seguenti, il gruppo cybercriminale Conti ha reso noto di aver violato i dati riservati della grazie azienda della Valsusa che si occupa della costruzione delle navi di lusso e panfili fino a 100 metri di lunghezza.
La notizia è stata resa nota su Twitter da Claudio Sono, ricercatore nell’ambito della cyber-sicurezza, che ha pubblicato lo screenshot dove il gruppo hacker Conti rivendica l’attacco all’azienda con il quartier generale ad Avigliana. Attraverso il suo blog, il gruppo cybercriminale ha pubblicato una parte dei vari dati riservati dell’azienda.
Secondo quanto riporta il quotidiano online Infosec.news, specializzato in cyber security, tecnologia e innovazione, “il blog del micidiale team di criminali informatici “Conti”, molto vicino al governo di Mosca, sta pubblicando i dati della Azimut, che ha rubato all’industria che ha base in Versilia (…) il modus operandi di questo gruppo è fin troppo tragicamente noto. Gli incursori entrano nei server e compiono due azioni: rubano tutti i dati (leaking lo definiscono i tecnici) e poi devastano archivi e documenti elettronici cifrandone il contenuto e rendendoli inservibili (con il cosiddetto “ransomware” che è abbinato ad una richiesta di riscatto nei confronti di chi vorrebbe le “chiavi” per riportare in condizioni di “leggibilità” quanto fraudolentemente danneggiato)”.
La notizia dell’attacco informatico alla Azimut di Avigliana è stata poi ripresa anche dal quotidiano online dedicato alle tecnologie Wired: “Dall’inizio dell’anno Conti, tra le più attive gang di ransomware in rete, ha già messo nel mirino in Italia un serie di piccole e medie imprese. L’anno scorso quasi un quarto delle vittime di attacchi ransomware in Italia osservate da Palo Alto Networks, tra le principali società di cybersecurity al mondo, è riconducibile alla mano di Conti. Parliamo di 24 aziende, stando ai dati estratti per Wired”.
Al momento dall’azienda navale Azimut Benetti di Avigliana non sono arrivate comunicazioni ufficiali in merito all’attacco informatico subito dagli hacker del gruppo Conti.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.