RIAPERTA LA STRADA STATALE 335 OULX – BARDONECCHIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

OULX / BARDONECCHIA – Dopo cinque mesi di attesa, da domani martedì 18 settembre riapre finalmente al transito la strada statale 335 Oulx-Bardonecchia.

Le auto e le bici potranno nuovamente transitare sulla strada statale dalle 9 / 9.30, non appena i tecnici dell’Anas avranno rimosso i blocchi.

La soluzione (provvisoria rispetto al maxi progetto da 2 milioni di euro) è stata attuata grazie all’impegno di vari enti: il Comune di Bardonecchia (che con la collaborazione del Comune di Oulx ha presentato la proposta di riapertura della strada all’Anas “in anticipo” e con un progetto “alternativo”), il Consorzio Forestale Alta Val Susa (che si è preso il compito di progettare e dirigere i lavori che consentono la riapertura da domani) e la Sitaf (che ha messo i soldi per pagare il progetto è le opere, circa 150mila euro).

Il Consorzio Forestale ha così installato lungo la statale 335 delle reti paramassi molto resistenti che consentono la riapertura in totale sicurezza e la revoca dell’ordinanza di chiusura da parte dell’Anas.

Bisogna dire grazie in particolare al Consorzio Forestale per essersi preso in carico dei lavori e alla Sitaf per averli finanziati – spiega Avato – questo ha consentito ai Comuni di Bardonecchia e Oulx di ottenere il via libera dall’Anas. In attesa che venga realizzato il progetto complessivo da 2 milioni di euro, possiamo cosi riaprire la strada con un progetto “intermedio”, evitando che la statale rimanga chiusa anche nei mesi invernali“.

In questo modo l’Anas avrà tutto il tempo di approvare e realizzare i lavori di messa in sicurezza definitivi della statale, ma intanto viene revocato il blocco alle auto e i valsusini possono nuovamente percorrere la strada.

Non potevamo accettare il prolungamento della chiusura, sono già passati cinque mesi e i cittadini hanno avuto tanti disagi – sottolinea Avato – allora come Comuni ci siamo fatti carico direttamente del problema e abbiamo presentato una soluzione concreta per risolverlo, pur essendo una questione di competenza Anas, trattandosi di una strada statale. Una vicenda più complessa rispetto a quanto avvenuto tempo fa per il crollo della strada del Sestriere, proprio perché nel nostro caso sono tanti gli enti coinvolti e che hanno voce in capitolo“.

Occorre precisare che si tratta comunque di una soluzione provvisoria: nel caso di forti precipitazioni e problemi legati al maltempo, per motivi di sicurezza la strada potrà essere chiusa temporaneamente. Anche perché i lavori importanti per mettere in sicurezza il versante andranno fatti.

L’Anas si è mostrata disponibile ad accettare la soluzione provvisoria proposta dai Comuni, dando fiducia al progetto del Consorzio Forestale che permette ai valsusini di poter nuovamente riutilizzare la strada.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

4 COMMENTI

  1. Uff… qualcosa di positivo ogni tanto..bravi per chi è intervenuto per risolvere il problema almeno temporaneamente..

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.