VALSUSA, LA AZIMUT RADDOPPIA LA TREDICESIMA AI DIPENDENTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

AVIGLIANA – Nel mese di dicembre i dipendenti delle cinque sedi italiane del Gruppo Azimut|Benetti riceveranno un secondo bonus straordinario, che concretamente raddoppia il valore della tredicesima.
Il bonus, fortemente voluto da Paolo e Giovanna Vitelli e dal management alla guida
dell’azienda, è volto ad affiancare i dipendenti in un momento critico dell’economia internazionale, che ha visto il potere di acquisto delle persone ridursi
sensibilmente a causa dell’inflazione e dell’aumento del costo della vita.

Un primo bonus era stato erogato dal Gruppo nel mese di febbraio 2022, in seguito alla
pubblicazione delle stime sull’aumento delle spese per l’energia e il carburante.
Le persone del Gruppo Azimut|Benetti hanno così affrontato la prima parte
dell’anno con un supporto da parte dell’azienda e potranno ora festeggiare il Natale e
il 2023 contando su un’entrata straordinaria, che incide positivamente sul reale
potere d’acquisto in un momento in cui “spesa” significa anche condivisione con
famiglia e amici.

Il benessere dei dipendenti è la bussola che orienta molte delle scelte del
Gruppo. L’azienda è sempre stata all’avanguardia nelle tematiche del lavoro e nella
certificazione per il rispetto rigoroso dei requisiti di salute e sicurezza in tutti i siti
produttivi.

Questo intervento straordinario del vertice vuole essere anche un forte segnale di
apprezzamento per il lavoro della nostra squadra, fatta di competenze eccellenti che
hanno consentito di raggiungere obiettivi di crescita al di sopra delle aspettative.

Il bonus viene destinato tramite l’erogazione di servizi e ticket welfare per un valore
parametrato in base a fasce di reddito, secondo quanto previsto dal Decreto aiuti
varato a novembre dal Consiglio dei Ministri. I dipendenti potranno così godere della
completa detassazione e beneficiare della cifra lorda, aumentando realmente il
loro potere di acquisto, grazie anche al lavoro realizzato per garantire molte
alternative di utilizzo dei ticket in ognuno dei territori in cui sono presenti gli
stabilimenti e in cui vivono i dipendenti del Gruppo: Piemonte, Liguria, Toscana e
Marche.

Il bonus si inserisce in un percorso di welfare che quest’anno ha visto il Gruppo
Azimut|Benetti impegnato in molteplici attività, estese anche a beneficio delle famiglie: il 16 dicembre nella sede di Avigliana ventisei giovani studenti – figli di
dipendenti di Azimut – sono stati premiati con una borsa di studio per meriti
scolastici.

Un impegno concreto oggi, ma sempre con lo sguardo rivolto al futuro.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

6 COMMENTI

  1. Il governo conservatore toglie ai poveri per darlo ai ricchi. Fortunatamente ci sono imprenditori che hanno una visione dell’economia diversa, sempre essendo della categoria ricchi.

    • Veramente paga lo stato, cioè noi tutti, visto che queste erogazioni “in natura” sono esentasse e l’azienda le scarica.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.