A BUSSOLENO IL PREMIO “BRUNO CARLI”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA “LP PRESS”

BUSSOLENO – La 24esima edizione del Valsusa Filmfest, originariamente prevista nel mese di aprile, si sta svolgendo in diversi momenti del periodo estivo e autunnale in seguito al rinvio causato dall’emergenza sanitaria.

Sabato 3 ottobre si svolgerà l’evento che era originariamente previsto il 26 aprile, con la consegna del Premio Bruno Carli a Danilo Ruggeri della libreria La Pecora Elettrica e ad un esponete della LAC – Libera Assemblea di Centocelle, con intervento di Vauro Senesi e la presentazione di ”L’unica volta che ho usato il rossetto”, spettacolo teatrale di Diego Zerbini con Velia Esposito.

In ogni edizione, il festival ricorda la figura di Bruno Carli, partigiano e primo presidente della associazione Valsusa Filmfest fino al 2002, con l’omonimo premio, curato dal Maurizio Piccione e destinato ad esponenti di realtà impegnate in difesa dei diritti e dell’ambiente.

Il Premio quest’anno viene consegnato alla libreria “La Pecora Elettrica” e alla LAC – Libera Associazione Centocelle, con le seguenti motivazioni: “Per aver creato spazi di cultura e socialità in un difficile quartiere di Roma, per aver resistito ai roghi dolosi che hanno colpito il tessuto sociale di quel territorio, per essersi ribellati ai quegli attentati mobilitando e facendo scendere in piazza migliaia di persone, per aver costruito reti solidali e di mutuo aiuto, per il loro impegno nel proteggere e migliorare il quartiere rafforzando i legami della comunità in risposta agli atti criminali”

La Pecora Elettrica, libreria, caffetteria e spazio sociale aperto nel cuore di Centocelle a Roma venne distrutta da un incendio doloso il 25 aprile del 2019. Dopo una raccolta fondi e tanta solidarietà, il 7 novembre la libreria si apprestava a riaprire i battenti ma la notte del 6 novembre ancora un incendio doloso ne impedì la riapertura.

La LAC – Libera Assemblea di Centocelle è un collettivo popolare nato dall’esigenza di far fronte a all’emergenza territoriale dopo i roghi che hanno colpito il quartiere romano tra ottobre e novembre 2019 e che hanno distrutto, oltre che La Pecora Elettrica, anche la pinseria Cento55 e il Baraka bistrot.

Si è costituita a partire dalla mobilitazione di autodifesa del territorio e da mesi è impegnata per proteggere e migliorare il quartiere e rafforzare i legami della comunità che lo abita. Nella LAC partecipano attivamente molte realtà del territorio, associazioni e centri sociali.

L’evento verrà impreziosito da un intervento vi video-chiamata di Vauro Senesi, noto vignettista, scrittore e opinionista italiano che durante il lockdown aveva inviato al Valsusa Filmfest una bella vignetta che augurava di potersi vedere al più presto di persona.

A seguire verrà presentato “L’unica volta che ho usato il rossetto”, spettacolo teatrale nato all’interno di un progetto sulla memoria delle partigiane combattenti che debuttò il 19 Aprile 2019 presso La Pecora Elettrica, ultimo evento della libreria prima che venisse distrutta dall’incendio.

Lo spettacolo di Diego Zerbini con in scena Velia Esposito, racconta le protagoniste della guerra di liberazione dal nazi-fascismo, le combattenti antifasciste. Una narrazione soggettiva, epica, intrisa di identità sociale e di politica. Un racconto drammatico e arrabbiato letto attraverso la lente delle emozioni personali. Le emozioni delle donne costrette dalla violenza fascista a cambiare la loro vita e a scegliere anche il più estremo sacrificio per prendersi il futuro.

Appuntamento per sabato 3 ottobre, alle 17.00, presso il salone polivante di via Walter Fontan a Bussoleno. L’ingresso è gratuito ed è contingentato sino ad esaurimento dei posti disponibili.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.